Il Prefetto chiede la rimozione coatta della auto parcheggiate nei torrenti

Stamane si è svolta in Prefettura una riunione per fare una disamina delle criticità verificatesi a seguito degli eventi meteorologici avversi registratisi nella serata dello scorso 3 ottobre. Il Prefetto, Maria Carmela Librizzi, ha sottolineato la fragilità del territorio comunale, emersa ancora una volta in occasioni delle recenti abbondanti piogge, in particolar modo soffermandosi sui torrenti particolarmente esposti a rischio esondazione.

Ad aggravare la situazione di potenziale pericolo, la presenza di folta vegetazione, o di rifiuti che ostacolano il regolare deflusso idrico. Gli argini dei torrenti non sono adeguati e si registra la presenza di manufatti abusivi ai margini o, addirittura, all’interno del letto dei torrenti.

L’assessore comunale Massimo Minutoli ha informato che è in corso un’attività di monitoraggio degli alvei dei torrenti, oltre quella di presidio del territorio, svolta anche tramite geologi. La rimozione della vegetazione all’interno dei torrenti, sarà svolta dall’Azienda Foreste Demaniali.

Il Prefetto ha sottolineato, inoltre, l’esigenza di una specifica attività di vigilanza da parte della Polizia Municipale volta a evitare, in via preventiva, che si utilizzi l’alveo dei torrenti come area di parcheggio dei veicoli, anche ricorrendo d misure drastiche, quali la rimozione tramite carro attrezzi.

Il Prefetto ha chiesto all’assessore Minutoli e al rappresentante della Protezione Civile Regionale, di acquisire una situazione aggiornata degli interventi in corso per la messa in sicurezza dei corsi d’acqua, con l’individuazione di situazioni di criticità, in modo da interessare anche l’Autorità di Bacino del Distretto Idrografico per la realizzazione di interventi di competenza.

Il Prefetto ha, infine, riferito all’assessore alla Protezione civile, di individuare nel vigente Piano di Protezione civile, le possibili situazioni di rischio correlate al verificarsi di eventi meteorologici avversi, al fine di adottare le opportune misure preventive e garantire l’immediata informazione alla popolazione.