Sistemi di captazione per l’approvvigionamento idrico, accordo tra Amam e Unime

Ottimizzare i sistemi di captazione per l’approvvigionamento idrico della Città di Messina. E’ questo l’obbiettivo prioritario che AMAM SpA ha inteso porre a fondamento di un Accordo con il Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Messina, per avvalersi dell’attività di supporto e consulenza di ING-UNIME per ben dodici mesi.
Il Dipartimento, dunque, attraverso l’attività scientifica del proprio personale, sotto la guida dei referenti di progetto, il Prof. ing. Giuseppe Tito Aronica e l’ing. Brunella Bonaccorso, condurrà per AMAM ricerche, studi e analisi puntuali, secondo le indicazioni dell’Azienda di Viale Giostra, che gestisce il servizio idrico integrato e che, a sua volta, metterà a disposizione i propri uffici tecnici e i progetti in campo, per trovare sistemi di efficientamento dell’approvvigionamento idrico, sotto la guida del proprio Amministratore Unico, dott. Salvo Puccio.
Il tutto, come condiviso nel primo incontro avvenuto oggi nella sede di AMAM, è specificato e calendarizzato in una convenzione con annesso elaborato tecnico e nel cronoprogramma definito congiuntamente, in cui si definiscono gli aspetti salienti del lavoro di studio propedeutico alle ulteriori programmazioni degli interventi di AMAM nel breve periodo:
– Acquisizione di dati e studi pregressi sul sistema di approvvigionamento idrico del Comune di Messina;
– Ricognizione sulle ulteriori fonti idriche (localizzazione, disponibilità idrica, qualità della risorsa)
– Analisi idraulica e gestionale tramite modellazione matematica del sistema idrico attuale;
– Proposte di soluzioni progettuali per il miglioramento della resilienza dei sistemi di captazione
– Eventuale assistenza scientifica, se richiesta, a supporto e di analisi ai singoli progetti esecutivi di ricerca, captazione e adduzione nell’ambito delle attività di AMAM SpA
“Questo è il primo passo – ha affermato il vertice di AMAM, Salvo Puccioverso la costruzione della base di dati e di studi utile ad AMAM per dare corso alle progettazioni che seguiranno, necessarie a raggiungere i propri obbiettivi di efficienza e qualità a vantaggio della comunità servita”.