Nuova via don Blasco, saranno assunti una decina di operai messinesi

Nell’ottica di proseguire la serie di sedute programmate e dedicate alle grandi opere pubbliche avviate o da avviare a breve in città, stamani la Commissione lavori pubblici, presieduta dal consigliere Libero Gioveni, è stata convocata per verificare lo stato dell’arte dei lavori della strada di collegamento di via Don Blasco, alla presenza del progettista e direttore dei lavori ing. Antonio Rizzo.
“L’ing. Rizzo – dichiara Gioveni – ha esposto nei dettagli tutte le varie fasi del progetto dei 3,8 Km. di lunghezza della futura arteria che collegherà il cavalcavia con viale Gazzi (divisa in tre tronconi), i cui lavori sono stati consegnati il 3 dicembre 2018 e ufficialmente avviati lo scorso 8 gennaio, con presumibile data di fine lavori l’11 marzo 2020, a cui però va aggiunto un tempo massimo di 6 mesi previsto per i collaudi.
Sono state affrontate anche le questioni degli espropri già eseguiti o quelli ancora in corso, unitamente alla necessità di dover sgomberare le circa 20 famiglie residenti nelle case D’Arrigo, alle quali l’Amministrazione dovrà dare una sistemazione.
Infine – conclude Gioveni – la Commissione ha chiesto lumi sul mancato rispetto della clausola sociale per l’assunzione delle maestranze locali, ricevendo comunque rassicurazioni sul fatto che la società Consortile che esegue i lavori, nel giro di 15 giorni, dovrà assumere circa una decina di operai per la realizzazione della pavimentazione di alcuni marciapiedi e di cordolature e che, pertanto, saranno valutati alcuni curriculum già in loro possesso”.