Gli Oblivion, per la prima volta in Sicilia, aprono la stagione musicale del Vittorio Emanuele

Troppo facile chiamarlo spettacolo teatrale: Oblivion: The Human Jukebox è un’esperienza totalizzante, unica nel suo genere, in cui si demolisce a colpi di risate l’intera storia della musica italiana e internazionale. Ogni sera diverso e basato sui suggerimenti del pubblico in sala, The Human Jukebox è sempre aggiornato e arricchito con tantissimi nuovi pezzi: nessun cantante potrà sentirsi al riparo da questo articolato mangianastri umano che mastica le note e le digerisce in diretta in modi mai sentiti prima.

Cinque (Oblivion) contro tutti, un flusso di note e ritmi infinito che prenderà vita davanti agli occhi attoniti degli spettatori, ogni sera, per un’esperienza folle e mai ripetibile. Nessuna replica sarà uguale alla precedente. Gli Oblivion hanno dato nuova vita alla “satira musicale” e con il loro repertorio praticamente infinito sono pronti ad affrontare sfide sempre più difficili a colpi di cazzotti, mash-up, parodie, duetti impossibili e canzoni strampalate.

Dai Ricchi e Poveri alla storia del Rock, da Ligabue ai Cori Gospel, da Morandi ai Queen, tutte le canzoni senza farne nessuna. Uno schiacciasassi che trangugia e livella Sanremo, X Factor, Albano, Il Volo e che lancia la sfida anche agli Amici di Maria.

Oblivion: The Human Jukebox è la playlist che non hai mai avuto il coraggio di fare, uno Spotify vivente che provoca scene di panico, isteria collettiva, ma soprattutto interminabili richieste di bis. In scena a Messina al Teatro Vittorio Emanuele sabato 12 gennaio alle ore 21:00 e domenica 13 gennaio alle ore 17:30.