#Abbattiamolebarriere, per non spegnere i riflettori sulle esigenze dei disabili a Messina

Un incontro dedicato all’abbattimento di barriere architettoniche e culturali, quello tenutosi questo pomeriggio nella sala multimediale dell’UniPegaso a Messina. Il Comitato 29Dicembre-RicostruiAmo Messina, ha organizzato un momento di confronto per discutere le criticità e le istanze relative alla presenza di barriere (materiali e immateriali) che rendono oltremodo complessa la vita di chi sia affetto da disabilità motorie, psichiche e/o sensoriali.

Durante l’incontro è stato presentato il video-denuncia #ABBATTIAMOLEBARRIERE realizzato dal comitato insieme ai consiglieri di circoscrizione (IV quartiere) Dino Smedile e Giovanni Caruso, e la consigliera comunale Daniela Faranda. La clip racconta una passeggiata in carrozzina per il centro città tra i tanti, troppi disagi causati da barriere architettoniche e mancanza di educazione degli automobilisti messinesi, spesso disattenti alle esigenze di chi versa in condizioni di difficoltà. Otto minuti di denuncia, di segnalazioni e riprese di vita reale, quella che ogni giorno un disabile è costretto ad affrontare.

Sono stati diversi gli interventi durante l’assemblea, alla quale hanno preso parte, tra gli altri, rappresentanti di associazioni attive nel sociale e operatori del settore. Tra i vari contributi anche quello di Giuseppina Puglisi, vicina al comitato, che non potendo essere presente ha inviato un videomessaggio in Lis -Lingua italiana dei segni-, per raccontare la propria esperienza da portatrice di handicap uditivo. Difficoltà motorie, disturbi psichici, sindrome di down, autismo e molte altre le tematiche affrontate in questo appuntamento che, la presidente Midiri chiarisce “È solo l’inizio di un progetto, #ABBATTIAMOLEBARRIERE, che porteremo avanti senza fermarci, dando ascolto e voce ai nostri concittadini fin troppo trascurati dall’ignavia e dal disinteresse”.