Il Messina sconfitto in casa dal Monterosi Tuscia, 1-3 risultato finale

Quarta sconfitta consecutiva per il Messina che perde lo scontro diretto con il Monterosi Tuscia, evidenziando ancora una volta, notevoli limiti tecnici e caratteriali necessari per disputare un campionato di Serie C. La squadra di Sullo ha giocato bene solo pochi minuti iniziali del primo tempo e della ripresa. Troppo poco per una squadra che oggi non affrontava una formazione che punta a vincere il campionato, pertanto adesso è necessario uno scossone da parte della società che dovrà intervenire prima che sia troppo tardi.

Parte subito forte il Messina e, nei primi otto minuti, confeziona due azioni offensive che mettono in apprensione gli avversari. Dopo un quarto d’ora di predominio dei giocatori di casa, gli ospiti prendono le misure all’avversario e Lewandowsky deve disimpegnarsi, prima su Costantino, poi su Polidori.

Il Monterosi ci crede e al 32’ approfitta di una topica della difesa messinese per confezionare un’azione offensiva che consente a Costantino di andare in rete: 0-1. La gioia degli ospiti dura dieci minuti, infatti al 42’ il Messina pareggia le sorti dell’incontro grazie al gol di Adorante, servito benissimo in area da Fofana: 1-1.

L’inizio della ripresa è uguale alla prima frazione di gioco, con il Messina che parte subito forte e ci prova con Adorante e Damian, che scalda i guantoni a Borghetto con una bordata dai 28 metri.

Ma, come nel primo tempo, dopo pochi minuti, il Messina si spegne e lascia l’iniziativa all’avversario. Al 53’ ripartenza del Monterosi finalizzata da Di Paolantoni con un tiro di poco fuori. Dopo tre minuti arriva la seconda rete degli ospiti. Un passaggio indietro sbagliato di Fofana consente agli ospiti un’altra ripartenza: Costantino serve bene Polidori che sigla la rete del 1-2. Sullo getta nella mischia Milinkovic, ma l’attaccante giallorosso non incide più di tanto nell’inerzia della gara. Anzi, sono ancora gli ospiti al 75’ a sfondare la rete del Messina, grazie a Mbende che, servito da Parlati, si gira, dribbla due difensori messinesi e infila Lewandowsky: 1-3. La terza rete taglia le gambe al Messina che non riesce a reagire e si trascina stancamente fino al termine della gara.

Foto Emanuele Villari

Fotogallery @ph Emanuele Villari

acr_monterosi_damian
acr_monterosi_azione9
acr_monterosi_sciotto
acr_monterosi_azione10
acr_monterosi_sciotto2
acr_monterosi_azione4
acr_monterosi_azione1
acr_monterosi_esultanza
acr_monterosi_gol2
acr_monterosi_azione8
acr_monterosi_gol4
acr_monterosi_azione2
acr_monterosi_milinkovic
acr_monterosi_azione5
acr_monterosi_gol
acr_monterosi_azione7
acr_monterosi_azione6
acr_monterosi_azione3
acr_monterosi_gol3
acr_monterosi_azione
acr_monterosi_damian acr_monterosi_azione9 acr_monterosi_sciotto acr_monterosi_azione10 acr_monterosi_sciotto2 acr_monterosi_azione4 acr_monterosi_azione1 acr_monterosi_esultanza acr_monterosi_gol2 acr_monterosi_azione8 acr_monterosi_gol4 acr_monterosi_azione2 acr_monterosi_milinkovic acr_monterosi_azione5 acr_monterosi_gol acr_monterosi_azione7 acr_monterosi_azione6 acr_monterosi_azione3 acr_monterosi_gol3 acr_monterosi_azione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *