Eccellenza, il Città di Taormina cala il poker al Leonzio a domicilio

Il Città di Taormina passa 4-1 a Francofonte con la Leonzio e conquista il secondo successo consecutivo di questo avvio di campionato. Gara dominata dai biancazzurri di Lu Vito che, dopo il vantaggio in avvio di Emanuele, hanno sciupato tante occasioni per il raddoppio e subito il pari di D’Emanuele a una manciata di minuti dall’intervallo. Nella ripresa Ancione riporta in vantaggio il Città di Taormina con una magistrale punizione dal limite e il 2002 Salvatore Strano, su altrettanti assist di Patanè, completa il poker con una doppietta in un quarto d’ora.

Prepartita: Senza Amante, Urso, Biondo e Saccullo, Lu Vito schiera Ginagò ed Emanuele a supporto di Famà. In difesa, davanti a Cirnigliaro, spazio per Caltabiano, Trovato, Sardo e Pantano, mentre Petrullo e Angelo Strano agiscono ai lati del play Ancione. In panchina il 2005 Emanuele Spanò, al debutto tra i grandi.

La cronaca
Primo tempo: Dopo una conclusione velleitaria di Lorefice, al 5′ il Città di Taormina passa in vantaggio. Maugeri sbaglia il rinvio, Emanuele ne approfitta e con la porta vuota non può sbagliare. Secondo gol in campionato per l’esperto tuttofare taorminese. Primo quarto d’ora su ritmi bassi, complice anche il gran caldo che batte su Francofonte e, dopo una conclusione debole di Emanuele, al 20′ il Città di Taormina va vicino al raddoppio con un contropiede organizzato da Pantano che dialoga con Famà e serve Petrullo, il cui tiro potente è impreciso. Ancora Città di Taormina pericoloso al 33′ con il solito Pantano che sfonda a sinistra, assist per Ginagò, la cui conclusione è respinta da Maugeri. Poi tocca a Emanuele sfiorare il raddoppio, ma il 7 biancazzurro perde l’equilibrio, dopo che Llama gli toglie l’appoggio, e Maugeri si trova con la palla tra le mani. Dopo un’altra conclusione di Famà bloccata in due tempi da Maugeri, al 42′ la Leonzio pareggia. Cross di Cannone, testa di D’Emanuele e Cirnigliaro non può nulla. Reazione taorminese affidata ancora a Charlie Famà, chiuso sul più bello da uno spettacolare intervento in spaccata di Cannone.

Secondo tempo: Città di Taormina che approccia benissimo alla ripresa, sfiora il vantaggio con il diagonale di Petrullo respinto da Maugeri e trova il 2-1 al 51’ con una magistrale punizione dal limite di Ancione, al primo gol con la maglia biancazzzurra. Lu Vito manda in campo Patanè e Salvatore Strano per Emanuele e Caltabiano e i cambi danno subito i risultati sperati: l’esperto difensore, al 65’, fa filtrare per il talentuoso 2002 che fredda Maugeri in uscita bassa. Al 75’ arriva il momento di Emanuele Spanò, classe 2005, che debutta tra i grandi sostituendo capitan Famà, infortunato. Passano quattro minuti e il Città di Taormina cala il poker: altro cross di Patanè, stacco imperioso di Salvatore Strano che firma la doppietta personale. Nel finale da segnalare l’espulsione per doppia ammonizione di Milizia, con la Leonzio che chiude in dieci.

Leonzio-Città di Taormina 1-4
Marcatori: 5′ pt Emanuele, 43′ pt D’Emanuele (L), 6′ st Ancione, 20′, 34′ st S. Strano

Leonzio: Maugeri, Cannone (12′ st Marino), Godino, Lorefice (33′ st Calì), Milizia, Llama, Timpano (18′ st Spataro), Zumbo (26′ st Reale), Abate, D’Emanuele, Siclari (45′ st Tricarico). Allenatore: Marco Coppa. A disposizione: Biondi, Samperi, Mascara, Ricceri.

Città di Taormina: Cirnigliaro, Caltabiano (12′ st S. Strano), Pantano (38′ st Quintoni), Sardo, Trovato, A. Strano, Petrullo, Ginagò (26′ st Mannino), Famà (30′ st Spanò), Ancione, Emanuele (12′ st Patanè). Allenatore: Eugenio Lu Vito. A disposizione: Giuffrida, Lo Re, Nicolosi, Puccio.

Arbitro: Salvatore Montevergine di Ragusa
Assistenti: Cristiano Tina di Siracusa e Marco Riccobene di Enna

Ammoniti: Ginagò (C), Lorefice (L), Godino (L), Famà (C), Milizia
Espulso al 44′ st Milizia (L)

Corner: 2-2 – Recupero: 2’ e 6’.