Ennesimo passaggio a vuoto del Fc Messina che conquista solo un pari

Ennesima occasione sprecata per il Fc Messina che dimostra, ancora una volta, di non avere il piglio di chi dovrebbe ambire al salto di categoria. Manca la mentalità per una squadra che commette sempre gli stessi errori lasciando spesso il pallino del gioco all’avversario, rischiando più del previsto e, dopo aver trovato il golletto, puntualmente si fa rimontare, perché incapace di chiudere la gara. Salvo poi effettuare l’arrembaggio finale quando è ormai troppo tardi. Un film già visto in questo torneo che ha messo in evidenza le pecche di una rosa costruita senza un reparto offensivo all’altezza e con i continui cambi di allenatore che non fanno mai bene al gruppo. Anche oggi è arrivato un pareggio che non serve davvero a nulla, anzi, peggiora la classifica perché i giallorossi sono stati raggiunti dalla Gelbison e non hanno approfittato per risucchiare nessun punto alla capolista che, invece, viaggia a vele spiegate verso l’obiettivo finale.

Nella prima frazione di gioco le prime due occasioni nette da gol sono per gli ospiti. Al 11’ una gran rovesciata di Russo in area si stampa sull’incrocio dei pali, poi la traversa nega la gioia del gol a De Felice. E’ un campanello di allarme per i padroni di casa che si rendono conto che i rischi sono davvero troppi e, dopo qualche minuto, ci pensa Carbonaro a sbloccare la gara con un bel diagonale dalla destra: 1-0.

Nella ripresa bastano solo dieci minuti agli ospiti per recuperare la gara: cross di Russo in area, Da Silva a farfalle, De Felice da due passi, tutto solo, mette in rete il più facile dei gol: 1-1.

Ci si aspetta la reazione del Fc Messina che si concretizza nel classico gioco confuso in avanti che non porta ad alcun risultato. Costantino prova a dare uno scossone ai suoi gettando nella mischia Coria, Bevis e Caballero. Ma la situazione non cambia, i padroni di casa sono nervosi e Agnelli si becca un secondo cartellino giallo per un fallo inutile al centrocampo lasciando la sua squadra in dieci. Dopo qualche minuto l’arbitro espelle anche mister Costantino. Allo scadere dei minuti supplementari, Lodi calcia una punizione dal vertice destro, Fissore inzucca e colpisce la traversa, il successivo tiri di Bevis è respinto, poi Da Silva spara alto. Poi arriva il triplice fischio a sancire la fine di una gara che poteva essere una occasione di rilancio, invece è stata l’ennesima delusione.

Foto Emanuele Villari

Fotogallery @ph Emanuele Villari

fc_acireale_gol
fc_acireale_mister
fc_acireale_esultanza
fc_acireale_inizio
fc_acireale_azione2
fc_acireale_azione
fc_acireale_azione3
fc_acireale_costantino
fc_acireale_fissore
fc_acireale_caballero
fc_acireale_azione4
fc_acireale_carbonaro
fc_acireale_gol fc_acireale_mister fc_acireale_esultanza fc_acireale_inizio fc_acireale_azione2 fc_acireale_azione fc_acireale_azione3 fc_acireale_costantino fc_acireale_fissore fc_acireale_caballero fc_acireale_azione4 fc_acireale_carbonaro