Acr Messina spreca tutto con l’ultima della classe, risultato finale 3-3

A Marina di Ragusa è successo di tutto, ciò dimostra, ancora una volta, che in questo campionato non esistono squadre cuscinetto e i risultati finali non sono mai scontati. La differenza tecnica in campo era davvero notevole e per l’Acr Messina oggi, fin dalle prime battute, sembrava poter essere una passeggiata. Nel calcio però, gli episodi e una lettura della gara sbagliata del tecnico nella ripresa, possono cambiare le sorti di un match; e a Marina di Ragusa è accaduto questo. Dopo l’uno-due degli ospiti con Arcidiacono e Sabatino, un calcio di rigore realizzato da Mannoni, ha permesso ai padroni di casa di accorciare le distanze. L’Acr Messina è comunque padrone del campo, e realizza immediatamente il 3-1 con Arcidiacono.  Con il doppio vantaggio, la gara sembrava ormai segnata, ma al 62′ una papera di Lai ha consentito agli ospiti di accorciare ancora e realizzare la rete del 3-2.  L’Acr Messina ha poi lasciato troppo spazio agli avversari abbassando il baricentro e nel recupero un eurogol di Agudiak ha consentito ai padroni di casa di conquistare un preziosissimo punto contro la capolista che, ancora una volta lascia dei punti per strada con le “ultime della classe”.

Foto Paolo Furrer