La Lnd stoppa il campionato di Serie D fino al 22 novembre, per effettuare i recuperi

Ieri Luigi Barbiero, coordinatore del Dipartimento Interregionale della Lega Nazionale Dilettanti, aveva anticipato che la Lega nazionale dilettanti stava valutando due ipotesi per il proseguo del campionato, ma con una motivazione che ha lasciato più di una perplessità: la presunta impossibilità di effettuare spostamenti tra le Regioni, dopo il dpcm emanato da Giuseppe Conte. Poichè gli spostamenti per motivi di lavoro, oggi la Lnd ha cambiato direzione e ha disposto lo stop del campionato fino al 22 novembre (salvo ulteriori provvedimenti) per consentire la disputa delle gare rinviate a causa Covid. Successivamente, con il necessario anticipo rispetto alle date previste per le gare da disputare, verrà reso noto il calendario relativo ai turni di campionato già programmato. Inoltre, in conformità alle vigenti disposizioni è consentito lo svolgimento degli allenamenti nelle forme previste. Il problema, però, potrebbe ripresentarsi in seguito, se non verrà modificato l’assurdo protocollo anti covid per la Serie D che consente il rinvio delle gare anche se un solo tesserato risulta positivo al test. Si spera, quindi, che in questo periodo, la Lnd provveda a modificare il regolamento per consentire il normale svolgimento del campionato, così come avviene in Serie C.

(Foto Emanuele Villari)