Vittoria di misura a Rende che consente al Fc Messina di agganciare la vetta

Una importantissima vittoria, pur di misura, (1-0) quella odierna del Fc Messina in un campo difficilissimo, sia per le condizioni del terreno di gioco, sia per una squadra che si è rinforzata parecchio in questa sessione di mercato e, nelle prossime giornate, darà filo da torcere a chiunque. Mister Rigoli alla vigilia della gara aveva avvisati i suoi ragazzi delle insidie della gara odierna e i suoi ragazzi hanno messo in campo tanto impegno e sacrificio. Diversi i cambiamenti rispetto alla gara precedente, ma l’ampia rosa in termini numerici e qualitativi di cui dispone Rigoli, lo consente. Oggi, quindi, tutti promossi, ma una menzione particolare va a Marone, che ha salvato il risultato con un intervento prodigioso, a Casella che ha dimostrato di essere un calciatore dalle qualità indiscusse, a Bevis che ha fatto vedere ciò che di buono aveva fatto lo scorso campionato. Grande partita di sacrificio di Carbonaro che ha dato una mano in tutti i reparti correndo come un forsennato fino all’ultimo secondo. Mukiele ha dimostrato anche oggi di essere un punto di riferimento fondamentale del reparto avanzato e, infine,  una menzione anche ad Agnelli che ha dimostrato, se mai ce ne fosse bisogno, tutta la sua classe e a Palma che, con il gol vittoria di oggi, diventa il capocannoniere del Fc Messina. A fine gare il tecnico Rigoli si è detto soddisfatto del risultato e del grande sacrificio dei ragazzi in campo. “Oggi -ha sottolineato il tecnico- abbiamo creato qualche palla gol in più e abbiamo messo in difficoltà il loro portiere. Faccio i complimenti ai miei ragazzi che hanno messo in campo tanto impegno, ma ancora abbiamo tanto da lavorare e da migliorare, quindi non facciamo nessun volo pindarico”.