FC Messina fatica ancora contro le matricole e con il S. Maria del Cilento non va oltre lo 0-0

Il Football Club Messina impatta contro il Santa Maria del Cilento e non va oltre il pareggio a occhiali. I giallorossi hanno messo impegno e grinta, ma non hanno sfruttato al meglio le pochisime occasioni da gol. I padroni di casa sapevano di trovare un avversario di qualità che sarebbe andato in Campania per fare bottino pieno, pertanto hanno impostato una gara di contenimento per buoni tre quarti della partita, tentando di pescare il jolly su ripartenza o palla inattiva. Oggi il nuovo tecnico ha schierato un 4-3-3, ma ovviamente dopo sole due sedute di allenamento poteva cambiare ben poco rispetto al gioco visto durante le gare precedenti. Rigoli, nonostante tutto, ritiene che quello odierno sia un punto guadagnato contro una squadra ben messa in campo e con alcuni giocatori di tutto rispetto. Il neo allenatore ha fatto i complimenti ai suoi ragazzi per aver “sudato la maglia fino all’ultimo secondo di gioco”, ma sa bene che c’è tanto da lavorare, soprattutto sulla gestione della palla e sulle situazioni che si creano negli ultimi 16 metri. Due le situazioni nette da gol, una per parte. La prima sui piedi di Carbonaro che sbaglia clamorosamente a porta vuota, dopo una strepitosa cavalcata di Mukiele. La seconda per i padroni di casa, neutralizzata da un super Marone. Domenica prossima ci sarà la stracittadina che potrebbe dare maggiori spunti di valutazione anche sul lavoro del tecnico Pino Rigoli che potrebbe avere la possibilità di schierare la punta Caballero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *