FC Messina domina ad Acireale, rischia di vincere e conquista un buon punto

Il Football Club Messina, inverte una tendenza che l’aveva vista soccombere nelle due ultime trasferte e, ad Acireale, conquista un buon punto che, probabilmente, sta anche stretto ai ragazzi di mister Gabriele. E’ stata, come da previsione, una partita maschia che ha visto gli ospiti dominare per gran parte della gara. L’Acireale temeva molto questa partita e ha preferito far giocare l’avversario ed essere attendista, per paura di aprire varchi pericolosissimi. Le occasioni, anche importanti, per il FC Messina, ci sono state, ma la non eccessiva incisività, la buona reazione del portiere di casa e un pizzico di sfortuna, non hanno creato le condizioni per portare a compimento la “gara perfetta”. Tutti i reparti hanno funzionato alla perfezione e, anche oggi, ad Acireale, si è vista una squadra compatta che ha le idee chiarissime sul proprio obiettivo da raggiungere. Una rosa che, ormai, è rodata. Tutti i calciatori che scendono in campo e quelli che subentrano a gara in corso, si integrano alla perfezione in un meccanismo che non conosce sbavature. Una gara che poteva avere risvolti ben diversi, se il tiro di Dambros alla mezz’ora del primo tempo, non si fosse stampato sul palo. Il match avrebbe preso una piega diversa se il direttore di gara, avesse fischiato un rigore sacrosanto ai messinesi, per un fallo nettissimo di Orlando all’interno della sua area di rigore. A negare la vittoria degli ospiti è stato anche un ottimo Pitarresi che ci ha messo un piede sul tiro di Melillo al 56’ e ha anticipato ottimamente Dambros, allo scadere, salvando la sua squadra. A fine gara, inevitabili i complimenti del tecnico Gabriele ai suoi ragazzi, ma hanno fatto sicuramente molto piacere anche quelli di mister Pagana che ha detto senza mezzi termini ai giornalisti  presenti, che oggi “l’Acireale ha incontrato una squadra che non ha nulla di meno del Savoia e del Palermo, che è stata costruita per vincere, con i fatti e non con le chiacchiere”.