Acr Messina fa dieci passi indietro e torna da Roccella con le ossa rotte

L’effetto “Pensabene” dura solo novanta minuti. L’Acr Messina non dà continuità alla gara contro la Cittanovese e con una formazione, sulla carta molto meno forte, perde malamente per 3-1. Il Roccella conquista tre preziosissimi punti per evitare la retrocessione diretta, anche se resta impelagata in zona play out, terz’ultima in classifica. L’Acr Messina che domenica scorsa aveva pensato a un cambio di rotta, esce dal Ninetto Muscolo con le ossa rotte e una sconfitta che fa male al morale e alla classifica. Gli uomini di Pensabene, adesso, devono guardarsi alle spalle, perchè la zona play out è a soli sei punti di distacco e le squadre di bassa classifica, lo ha dimostrato oggi il Roccella, non mollano e lotteranno fino alla fine. Una grinta e un orgoglio che oggi l’Acr Messina ha dimostrato di non avere a diostrazione che, fore, il problema non era Karel Zeman.

Tabellino Roccella-Acr Messina (3-1)

Marcatori: 23′ Faiello (R), 1′ st Rossetti, 8′ st Malerba (R), 37′ st Khoris (R)

Roccella: Scuffia, Sangare, Malerba, Suraci, Liviera, Coluccio, Kamara, Faiello, Perkovic (25′ st Khoris), Leveque (47′ st Riitano), Achik (40′ st Pascuzzi). A disp.: Margherito, Spagnulo, Olivello, Amato, Bazzarelli, Pietanesi. All.: Galati
Messina: Avella, De Meio (30′ st Puglisi), Barbera (17′ st Manfrè), Danza (25′ st Bossa), Emiliano, Bruno, Arcidiacono, Lavrendi (46′ st Cristiani), Rossetti, Crucitti, Saverino. A disp.: Pozzi, Fragapane, Ungaro, Puglisi, Buono, Vuolo. All.: Pensabene
Arbitro: Grasso di Ariano Irpino
Assistenti: Martinelli di Potenza e Rinaldi di Policoro
Ammoniti: De Meio (M), Bruno (M), Arcidiacono (M).