FC Messina dà spettacolo al Franco Scoglio e supera il Nola per 2-0

Il FC Messina riscatta l’immeritata sconfitta rimediata a Palermo e torna alla vittoria contro il Nola. E’ stata una gara a senso unico con gli ospiti che, ogni tanto, hanno tentato qualche ripartenza con scarso successo. Gli uomini di Gabriele, sin dal primo minuto sono scesi in campo con la grinta e la giusta concentrazione, macinando gioco e costruendo numerose palle gol. La formazione di casa ha superato i campani con un rotondo 2-0, ma è un risultato che sta davvero stretto ai messinesi, viste le occasioni limpide da gol create e sbagliate. Le reti portano la firma di Fissore e Carbonaro.

Parte subito forte il FC Messina che schiaccia l’avversario all’interno della sua metà campo e non gli lascia respiro. La manovra fluida dei giallorossi, la velocità di esecuzione lasciano interdetti gli ospiti che pensano solo a difendersi e non prenderle. Ma dopo diverse occasioni da rete mancate, una su tutte quella di Carbonaro, al 20′ che da due passi, solo davanti alla porta, calcia alle stelle, arriva il meritato vantaggio. Al 28′ corner di Alessandro Marchetti, uscita improbabile del portiere ospite, la sfera arriva dalle parti di Fissore che non si fa pregare e la mette dentro per la rete del 1-0. I padroni di casa cercano il gol del raddoppio per chiudere la gara, ma i campani si difendono con ordine e, la prima frazione di gioco termina con i giallorossi in vantaggio di una rete.

Nella ripresa la musica non cambia e sono sempre i ragazzi di Gabriele a tenere in mano il pallino del gioco. Football Club Messina che non dà punti di riferimento agli avversari e lo attacca da tutte le zone del campo. Il gioco offensivo dei padroni di casa mette in difficoltà gli avversari, costretti al 70’ ad atterrare in area Correnti che si era inserito pericolosamente in area dopo il passaggio smarcante di Carbonaro. L’arbitro assegna il calcio di rigore e si incarica della battuta Carbonaro. Il tiro del capocannoniere viene respinto da Capasso, ma l’attaccante si avventa sulla sfera e la mette nel sacco per la ree del 2-0. Gabriele dà spazio al rientrato Melillo che ha dimostrato di essere un calciatore di categoria superiore e che sarà utile alla causa nell’ultima pare del campionato, spazio anche ai giovani Falco, Santapaola e Aprile, per salvaguardare gli over di peso per le prossime gare di campionato. A fine gara i giocatori e la terna arbitrale hanno trovato una bruttissima sorpresa: mancava l’acqua calda nelle docce. Adesso il FC Messina, senza avere alcuna colpa, riceverà una multa, ma le colpe di chi ha la gestione dello stadio sono palesi e, prima o poi, l’amministrazione comunale, dovrà prenderne atto.