L’Acr Messina gioca solo un tempo, l’Acireale si impone per 3-1

L’Acr Messina torna dal Tupparello con zero punti e una sconfitta che brucia davvero tanto. I biancoscudati hanno giocato un gran primo tempo, che avrebbero potuto chiudere con almeno due o tre gol di vantaggio. Invece dopo il gol di Crucitti su rigore, al termine della prima frazione, Savanarola ha raddrizzato le sorti del match. Nel secondo tempo gli ospiti sembravano un’altra squadra e si sono fatti rimontare dai padroni di casa che hanno chiuso il match con il risultato di 3-1.

E’ stata, quindi, una gara dai due volti con un epilogo ancora amaro per l’Acr Messina che colleziona la terza sconfitta consecutiva. Ad Acireale la squadra di Zeman gioca un gran primo tempo, passa in vantaggio al 14′ su rigore con Crucitti. Gli ospiti sfiorano il raddoppio, in più di una circostanze, e rischia pochissimo fino al 46′, quando Savanarola pareggia i conti a pochi istanti dall’intervallo.

Nella ripresa il copione è ben diverso, con l’Acireale subito intraprendente e l’Acr Messina in difficoltà. I biancoscudati, al 26′, costruiscono una buona occasione con Cristiani, la sfera termina di poco a lato. Sul ribaltamento di fronte, i padroni di casa perforano la difesa messinese e realizzano la rete del  2-1 con il tiro da fuori di De Felice che sorprende Avella. L’Acr Messina non riesce a reagire e al 37′ i padroni di casa trovano il tris e chiudono i giochi con il colpo di testa di Cannino. Per Crucitti e compagni arriva così un altro ko particolarmente amaro. Domenica prossima gara interna contro il San Tommaso.

(Foto Paolo Furrer)