L’Acr Messina si riscatta e rifila un poker al Corigliano

Acr Messina corsaro a Corigliano, si riscatta dalla sconfitta di domenica scorsa e rifila un poker a una squadra, che non gode di ottima salute per problemi societari, e incassa tre punti che fanno classifica e morale. I peloritani hanno saputo reagire bene al gol del Corigliano che è arrivato al 21’. Un cross pennellato dell’ex Catalano ha messo in condizione Talamo di colpire di testa e ribadire la sfere in rete: 1-0. L’Acr Messina non ci sta, reagisce e perviene al pareggio con una rete di Crucitti che inzucca la sfera su ottimo cross di Fragapane: 1-1. Due minuto dopo i padroni di casa hanno la possibilità di andare nuovamente a rete, ma Talamo, servito dal solito Catalano, tutto solo davanti ad Avella, tenta il pallonetto, ma non sortisce gli esiti sperati. Gli ospiti continuano a pressare e ribaltano la situazione ancora con Crucitti che trafigge D’Aquino col piatto destro: 1-2.

Nella ripresa sono ancora i biancoscudati a partire forte e dopo soli 5 minuti sfiorano la terza rete, sempre con Crucitti; il portiere si salva respingendo di piede. Il Corigliano è nel pallone, Cosenza sbaglia un retropassaggio, ne approfitta Orlando che si inserisce e trafigge D’Aquino: 1-3. Ma non è finita, c’è spazio anche per il neo entrato Esposito che ha fatto una staffetta prevista con Coralli. L’attaccante del Messina pressa Strumbo, recupera la sfera si incunea in area e segna la rete del 1-4 finale.