Acr Messina beffato quasi allo scadere dalla Cittanovese, rabbia e proteste dei peloritani

La squadra di Rando gioca un buon primo tempo ma non riesce a finalizzare. Nella ripresa Garcia porta avanti i calabresi, subito ripresi da Crucitti. La rete che decide l’incontro in favore dei calabresi arriva a due minuti dal 90′: molto dubbia nell’occasione la posizione di Silenzi, autore del gol.

Un passo falso che brucia e lascia tanta rabbia. Il Messina esce dal “Morreale – Proto” di Cittanova con un grande carico di amarezza per non aver raccolto nulla nonostante una prestazione positiva per larghi tratti e per le modalità della sconfitta, arrivata nel finale a causa di un gol contestatissimo. Dopo una prima frazione dominata sul piano del palleggio e del possesso palla ma chiusa sullo 0-0, la squadra di Rando va sotto al 24′ della ripresa, quando Garcia buca di forza la difesa avversaria e batte Avella. La replica del Messina è immediata e Crucitti al 27′ fa 1-1 sfruttando la sponda di Saverino e depositando in rete da distanza ravvicinata. Il punteggio però cambia ancora al 43′, quando Silenzi riceve in posizione apparentemente di fuorigioco e scarica in rete il pallone del 2-1. Vane le proteste ospiti, la Cittanovese conquista i tre punti. Per il Messina solo tanta delusione per la prima sconfitta con Rando allenatore. Domenica 20 ottobre match interno con il Roccella.