FC Messina stecca la gara casalinga con il Corigliano, 1-2 il risultato finale

Per il FC Messina arriva una inaspettata e brutta sconfitta. I giallorossi hanno sbagliato l’approccio alla gara e nella prima frazione di gioco hanno concesso troppi spazi agli avversari, che sono andati in rete due volte. A nulla è servito il gol di Aladje arrivato al 91′.

La formazione di casa parte lenta, forse a causa dell’alta temperatura che oggi a Messina era intorno ai 30 gradi. La prima azione offensiva è del FC Messina, al 3’ con Domenico Marchetti che inzucca un corner calciato dal suo omonimo, costringendo Lacagnina al tuffo. Ripartenza dei padroni di casa con Correnti e Carbonaro che si inserisce bene, smista nuovamente per il compagno di squadra, il cui tiro impegna seriamente Lacagnina. Nonostante i ritmi bassi, il Fc Messina sembra ben messo in campo, ma al 12’ arriva la doccia fredda. Bettini crossa per il neo acquisto Talamo che di testa bagna il suo esordio con un gol: 0-1. La risposta dei padroni di casa arriva con Marchetti, bel tiro da posizione laterale, Lacagnina para in due tempi. Zappalà recupera un pallone a centrocampo, libera Catalano sulla destra, Aiello si disimpegna bene. Il Corigliano continua a macinare gioco e si affaccia più volte pericolosamente in area del FC Messina. Al 36’ un’azione offensiva del Corigliano con la difesa schierata, si trasforma in beffa. Corso serve Catalano in area, Giuffrida gli consente di girarsi e tirare, l’ex Acr non sbaglia e sigla il raddoppio: 0-2. Al 41’ ancora ospiti pericolosi con Cosenza, tiro forte di poco fuori. Dopo un minuto di recupero si va al riposo.

Nella ripresa Costantino inserisce Dambros per un impalpabile Bevis, ma sono ancora gli ospiti a rendersi pericolosi prima con Cosenza, poi con Talamo. I tiri dei due giocatori, da breve distanza, non sono andati a buon fine solo grazie a due veri miracoli di Aiello. La gara cambia il suo volto al 19’ con l’espulsione di Corso per doppia ammonizione. Il FC Messina si riversa in avanti alla ricerca del gol e il Corigliano si dispone tutto nella sua metà campo, per difendere con i denti il doppio vantaggio. L’occasione ghiotta arriva al 25’: Carbonaro offre un pallone perfetto in area ad Aladje -oggi non all’altezza della situazione-, l’attaccante giallorosso controlla goffamente la sfera che si spegne sul fondo. L’ariete del FC Messina dopo qualche minuto sbaglia l’inzuccata e la sfera termina alta sopra la traversa. Girandola di cambi da una parte e dall’altra, ma la situazione non muta. Solo al 46’ la formazione di casa accorcia le distanze con Aladje, che di testa finalizza un cross di Quitadamo: 1-2. La formazione di casa continua il suo arrembaggio in modo confuso, ma il tempo è tiranno e al 94’ il Corigliano esulta per una importantissima vittoria ai danni della formazione Peloritana.