Il tridente del Messina punisce il Palazzolo, adesso caccia al sesto posto Foto Paolo Furrer

Il tridente del Messina punisce il Palazzolo, adesso caccia al sesto posto

Scritto da  Giovanni De Francesco Apr 04, 2018

Anche se l’incontro alla vigilia nascondeva una serie di insidie, il Messina sapeva che questa era una gara da vincere a tutti i costi per avvicinarsi all’Acireale ed attaccare il sesto posto che resta l’obiettivo finale dei peloritani per poi sperare nel ripescaggio. Il Messina ha dominato nettamente la gara per tutta la sua durata ed il risultato di 3-1, poteva essere ancora più ampio. Le reti portano la firma di Mascari al 13’, poi Grasso realizza il gol del momentaneo pari al 16’, ma Rosafio al 36’ e Ragosta all’81’ mettono al sicuro il risultato.

Il primo tiro in porta lo effettuano gli ospiti con Furnò, ma Rinaldi è attento e non si fa sorprendere. Tre minuti dopo arriva la risposta del Messina con Mascari, la sfera è respinta da un avversario. Al 13’ Azione da manuale dell’attacco peloritano con Ragosta che appoggia la sfera a Rosafio, palla in mezzo per Mascari che insacca facilmente la rete del 1-0. La gioia dei peloritani dura solo tre minuti. Al 16’, infatti, il Palazzolo pareggia grazie ad una rete di Grasso, in sospetta posizione di fuorigioco: 1-1. Al 23’ gran sventola di Migliorini di poco a lato e dopo tre minuti Lavrendi spreca una ghiotta occasione. Al 36’ Marco Rosafio fa tutto da solo, si accentra dalla fascia, scaglia un gran fendente rasoterra e riporta il Messina in vantaggio: 2-1. Allo scadere della prima frazione gli ospiti si rendono pericolosi con Giorgetti, ma Rinaldi compie un vero prodigio e ripaga la fiducia del mister che lo ha fatto giocare da titolare.

La ripresa inizia con il Messina ancora in avanti ed al 55’ un gran tiro di Iudicelli mette in seria difficoltà Ferla che respinge corto, la sfera arriva dalle parti di Lavrendi che si divora il più facile dei gol. Al 71’ Ragosta approfitta di una distrazione difensiva, ci mette la punta del piede, Ferla para. All’81’ il “cobra” Ragosta raccoglie una palla vagante in area e, con una pregevole palombella, realizza la rete del 3-1. Il Palazzolo è ormai alle corde ed è il Messina a rendersi pericoloso allo scadere con Stranges. Dopo 4 minuti di recupero arriva il fischio finale del sig. Acampora di Ercolano, il Messina batte il Palazzolo 3-1 e si porta a soli 3 punti dal sesto posto occupato dall’Acireale.

Ultima modifica il Mercoledì, 04 Aprile 2018 18:04