Pareggio ad occhiali tra Igea Virtus e Messina Foto Paolo Furrer

Pareggio ad occhiali tra Igea Virtus e Messina

Scritto da  Giovanni De Francesco Mar 25, 2018

Dopo un lungo periodo, il Messina riprende a calcare il rettangolo verde oggi a Barcellona Pozzo di Gotto contro l’Igea Virtus. Il maltempo non ha reso la gara piacevole come si aspettavano i tifosi, complice un terreno di gioco infame e pieno di pozzanghere che hanno falsato più volte e interrotto la fluidità delle azioni di entrambe le formazioni. Nonostante tutto, le azioni da gol non sono mancate, da una parte e dall’altra, soprattutto nel primo tempo. Il primo tiro in porta è di Giovanni Biondo al 4’, la sfera termina alta. Dopo due minuti, Kacorri, di testa, sfiora il palo. Al 12’ il Messina si rende pericoloso con Cozzolino che impegna il portiere avversario costretto a effettuare una parata in due tempi. Al 17’ occasionissima del Messina grazie ad un’azione confezionata da Lavrendi che ha liberato bene Ragosta, il suo tiro arriva nella zona di Rosafio che, da due passi, non riesce a concretizzare. Al 26’ arriva la risposta dei padroni di casa con Pitarresi, ma al 32’ è ancora il Messina a rendersi pericolosissimo con Rosafio che costringe Ingrassia ad anticiparlo con i piedi. Al 38’ Ragosta calcia benissimo un calcio piazzato, Ingrassia si supera e riesce a toccare la sfera che impatta sul palo. Al 42’ Pitarresi si rende nuovamente pericoloso, Meo si disimpegna benissimo. Dopo un minuto di recupero, le due squadre rientrano negli spogliatoi.

Il tempo non concede tregua, la pioggia viene giù in modo incessante ed il terreno di gioco è al limite della praticabilità. Una circostanza che penalizza entrambe le squadre che non riescono ad esprimere al meglio il proprio gioco. All’11’ Raffaele getta nella mischia Santino Biondo che rileva Merkaj. Il messinese si rende pericoloso al 65’ con una scivolata da attaccante puro. La stanchezza in campo si fa sentire e inizia la girandola dei cambi da una parte e dall’altra. La gara non decolla ed a tratti è noiosa, tranne per qualche fiammata che non viene concretizzata. Il freddo si fa sentire e il portiere Prisco -subentrato al posto di Meo al 52’- non riesce a trattenere la pipì e urina dietro la sua porta. L’arbitro lo vede e lo espelle. In porta, prenderà il suo posto, il difensore Bruno. Il tecnico Modica è costretto a fare uscire l’attaccante Mascari per il difensore Bucca e la partita tecnicamente non ha più nulla da dire. Al 42’ l’arbitro allontana dal terreno di gioco anche il tecnico del Messina. L’Igea Virtus non riesce ad approfittare della superiorità numerica e della circostanza che tra i pali del Messina non c’è un portiere titolare. Dopo 5 minuti di recupero, la gara termina sul risultato di 0-0.

Ultima modifica il Domenica, 25 Marzo 2018 18:12

Vi informiamo che utilizziamo dei cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione. Maggiori informazioni sono sulla pagina privacy.Grazie To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information