Un Messina tutto cuore e grinta vince ad Andria e conquista tre punti preziosissimi

Scritto da  Apr 01, 2017

Lucarelli alla vigilia di questa gara lo aveva detto senza mezzi termini che con l'Andria sarebbe stata la partita della vita, perchè era cosciente che in terra di Puglia c'era l'opportunità di conquistare punti preziosi per la salvezza. E così è stato. Il Messina capitalizza al massimo la più ghiotta delle occasioni e, grazie ad un guizzo di Milinkovic, porta a casa i tre punti con il minimo scarto. Si concretizza anche il "non c'è due senza tre"; i giallorossi, infatti, avevano vinto due gare su altrettante trasferte finora giocate contro i pugliesi, che oggi avrebbero voluto riscattare la sconfitta rimediata la scorsa domenica. Per l'Andria c'è ancora tempo per rifarsi, anche perchè si trova in posizione di classifica tranquilla e questa sconfitta non provocherà alcun dramma. Lucarelli getta sin dal primo minuto nella mischia il neo arrivato Bencivenga che dopo soli nove minuti di gioco è costretto ad abbandonare il terreno di gioco per un problema muscolare. Si gioca a ritmi alti ma nessuna delle due formazioni riesce a creare azioni pericolose. Si dovrà attendere il 23' per vedere un tiro in porta, lo esegue Minicucci, ma Berardi è attento e respinge. La gara non decolla, ma al 46' De Vito sulla sinistra serve benissimo Milinkovic che si inserisce di forza in area saltando quattro avversari ed infila Cilli: 0-1. Dopo 3 minuti di recupero si va al riposo con il Messina in vantaggio di misura.

La ripresa inizia con i padroni di casa che avanzano il baricentro per tentare a tutti i costi di recuperare lo svantaggio, ma il Messina chiude bene gli spazi. L'Andria attacca ma in modo confuso e non riesce a trovare il bandolo della matassa. In campo vola qualche colpo proibito, ma l'arbitro decide di risolvere le diatribe centellinando i cartellini, uno dei quali arriva all'indirizzo di Mancini che dovrà saltare la prossima gara, poiché era in diffida. Nei minuti finali il Messina sfiora più volte il raddoppio. Prima con Anastasi all'82', due minuti dopo con Foresta che tira al volo da due passi su un cross di De Vito, infine all'85' con Da Silva che tenta un pallonetto, deviato in corner con un gran colpo di reni di Cilli. Al 90' l'arbitro concede 5 minuti di extra time, ma il Messina stringe i denti e resiste colpo su colpo agli attacchi degli avversari e porta a casa un risultato che potrebbe rivelarsi fondamentale in chiave salvezza.

 

Ultima modifica il Domenica, 02 Aprile 2017 00:31

Vi informiamo che utilizziamo dei cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione. Maggiori informazioni sono sulla pagina privacy.Grazie To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information