La Messana non si arrende e rimonta due reti, 2-2 con il Merì

Scritto da  Dic 30, 2015

Una grande prova d’orgoglio e carattere per la Messana che, ancora una volta, raccoglie meno di quanto avrebbe meritato e, anzi, rischia di perdere una partita fondamentale per la sua stagione. Al “Marullo”, i giallorossi di mister Michele Lucà riescono a rimontare, dallo 0-2 al 2-2, contro il Merì, che concretizza al massimo le poche occasioni create. Privo degli squalificati Cardia e Mangano e degli indisponibili Cucinotta, Canale, Urso e Pagliaro, il tecnico si affida ad Arrigo tra i pali, Lo Presti e Bertuccelli al centro della difesa, con Bruno e Lo Surdo ai lati; in mezzo, Visconti, Bonamonte, Molonia e Libro e, in attacco, Arena e Costanzo.

La gara si apre con l’infortunio, al 6’, di Impalà, costretto a lasciare il posto a Giangrande, che si rivela subito decisivo. Dopo un primo tentativo di Pandolfo (10’), ben controllato da Arrigo, il neo entrato va a segno, girando in rete un cross basso di Ruggeri dalla destra. L’improvviso 0-1 costringe la Messana a spingersi in avanti e, al 17’, su azione insistita sulla sinistra da Libro, la palla arriva al limite a Molonia che impegna Giorgianni; sulla respinta interviene ancora Libro, diagonale deviato in corner da un difensore. Al 20’ bello schema su punizione: Libro allarga a destra per Visconti, cross al volo per Costanzo che, a centro area, si coordina bene ma il suo destro finisce alto. I giallorossi insistono e, al 31’, guadagnano un rigore per il tocco di mano di Tino Bucca sul tiro di Visconti: Bonamonte si presenta sul dischetto, destro e tiro alto. I locali non demordono e, nel finale, sfiorano ancora il pari: al 44’ il sinistro di Lo Surdo dalla distanza non inquadra per poco la porta, mentre, un minuto dopo, Bertuccelli, tutto solo e a porta vuota, calcia incredibilmente alto da due passi dopo la respinta di Giorgianni su Costanzo.

Al ritorno in campo, la Messana è padrona del gioco e la prima chance già al 49’ con un tiro da fuori di Visconti, che il portiere blocca. Tanto possesso e supremazia territoriale per i giallorossi che, però, non riescono a finalizzare. E così, come nel primo tempo, il Merì passa al primo affondo: al 64’ Ruggeri si inventa una punizione di sinistro che scavalca la barriera e supera Arrigo per lo 0-2. La gara sembra decisa e, invece, c’è la grande reazione della Messana. Passano quattro minuti e Libro, su punizione da oltre 20 metri, manda la sfera sotto l’incrocio: 1-2 imparabile per Giorgianni. Mister Lucà si gioca anche la terza punta e manda in campo Coppolino: la scelta si rivela azzeccata perché l’attaccante, all’81’, si fa trovare al posto giusto al momento giusto. Nizzari suggerisce per Arena che, da destra, entra in area e mette in mezzo per Coppolino che, di destro, deve solo appoggiare in rete: 2-2. La Messana tenta l’assalto finale, ma le due squadre restano in dieci: all’84’ Lo Surdo dice qualcosa di troppo all’arbitro e rimedia il rosso diretto, mentre, all’86’, Lo Monaco tocca Arrigo e per il difensore ospite scatta il secondo giallo. In pieno recupero (93’), il Merì ha le ultime occasioni con una doppia conclusione di Giangrande, ma Arrigo si supera e salva il risultato.

Il 2-2, alla fine, non accontenta nessuno, con Lo Presti e compagni soddisfatti per la reazione e la doppia rimonta, ma delusi per non essere riusciti a conquistare tre punti fondamentali.

Si chiude, quindi, con un pari il 2015 della Messana che, nel prossimo week-end, osserverà un turno di riposo e tornerà in campo il 6 gennaio 2016, quando, ancora al “Marullo”, affronterà il Città di San Filippo del Mela.

Ultima modifica il Mercoledì, 30 Dicembre 2015 20:26