Al Messina non basta il cuore, solo un pari casalingo con l'Agrakas

Scritto da  Gen 21, 2015

Terzo pari casalingo per un Messina che, nella gara in notturna contro l'Akregas di Nicola Legrottaglie, non ritrova la spigliatezza delle prime giornate e si accontenta di una pari conquistato con Fornito al 20', su punizione, dopo la doccia fredda dello svantaggio al 10' sulla perfetta conclusione di Cristaldi.  Alla quindicesima giornata i giallorossi guidati da Arturo Di Napoli devono fare a meno degli squalificati Baccolo e Giorgione, ma possono finalmente usufruire dei recuperati Gustavo e Tavares, entrambi in panchina al fischio iniziale. Davanti a Berardi si schierano Martinelli, Burzigotti, Parisi e De Vito; Biondo, Zanini e Fornito a comporre la terna di metà campo; i più avanzati Leonetti, Cocuzza e Padulano.

Giro di campo, in un San Filippo dagli oltre tremila spettatori, dell'ex di entrambe le squadre Peppe Catalano. E sono appena trascorsi dieci minuti dall'inizio della gara quando il Messina paga a caro prezzo l'errore di Parisi sul disimpegno e subisce, senza possibilità di intervento per Berardi, il gol realizzato con freddezza e lucidità da Cristaldi. A ristabilire l'equilibrio ci pensa tuttavia al 20' Fornito, su calcio piazzato, con una perfetta conclusione a giro che si insacca all'incrocio dei pali. Senza colpe, come Berardi in occasione del precedente gol, anche l'estremo difensore akragantino Vono. Seguono i tentativi prima di Cristaldi dal limite, poi di Cocuzza, su assist di Leonetti. E sono queste le uniche vere occasioni da gol nel primo tempo. Infortunato, Cocuzza lascia il terreno di gioco al 42', sostituirò dal recuperato Gustavo. A conclusione dei tre minuti di recupero concessi dal direttore di gara, è sull'1-1 che le squadre di ritirano negli spogliatoi. 

In avvio di ripresa, al 52', pesante il giallo alla direzione di Martinelli, già diffidato e costretto a saltare la trasferta di Caserta. Al 55' doppia chance degli ospiti, sul tiro dall bandierina di Zibert deviato di testa da Marino che centra in pieno la traversa e a seguire sul palo di Parisi, nel tentativo di togliere di mezzo la sfera. Graziato al 56' Savanarola dal direttore di gara, che gli risparmia il secondo giallo. Mister Di Napoli tenta due minuti dopo la carta Barraco per Biondo, poi all'80' richiama Leonetti per Tavares. Ciononostante si gioca un secondo tempo che sembra già preludere al pari. Quattro minuti di recupero e un 1-1 deciso in dieci giri di cronometro pongono il sigillo sul match, poco gagliardo a dire il vero, disputato sulle rive dello Stretto dalle due siciliane.

Ultima modifica il Mercoledì, 30 Dicembre 2015 20:22

Vi informiamo che utilizziamo dei cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione. Maggiori informazioni sono sulla pagina privacy.Grazie To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information