Messina gioca bene e conquista un ottimo punto a Matera Foto Paolo Furrer

Messina gioca bene e conquista un ottimo punto a Matera

Scritto da  Giusy Arimatea Feb 21, 2016

Il Messina di Raffaele Di Napoli guadagna un punto prezioso a Matera. E lo fa dopo le polemiche scaturite dalla gara casalinga contro la Paganese, quando occorreva ristabilire un clima favorevole attorno alla società, oltre che restituire fiducia ai tifosi. Al 31' sigla il brasiliano Gustavo la rete del momentaneo vantaggio. Quindi al 51' è la rete di Albadoro a inchiodare il match sull'1-1.

Indisponibili per squalifica Baccolo e Fornito, da sommare agli infortunati Cocuzza, Bramati, Martinelli e Padulano. Rimaneggiato così l'undici titolare: a dispetto delle polemiche Berardi tra i pali; Mileto, Burzigotti, De Vito e Genny Russo in difesa; in mezzo al campo Giorgione, Giuseppe Russo e Zanini; i più avanzati Gustavo, Tavares e Barisic.

Due limpide occasioni per gli ospiti costituiscono l'overture significativa della gara: al 7' l'estremo difensore lucano Bifulco è costretto a intervenire su Barisic e un minuto dopo Zanini conclude sopra la traversa. Le repliche del Matera di Padalino spettano al solito Infantino, cui si aggiunge la rete di Albadoro al 26', annullata a causa del fallo commesso dall'attaccante su Giorgione. È il momento migliore dei locali quando il Messina sfrutta il contropiede e, su assist di Tavares, Gustavo beffa il portiere avversario e insacca la sfera. Fatta eccezione per la girata di D'Angelo allo scadere, intercettata da Berardi, scivola via la prima frazione di gioco senza ulteriori sussulti da entrambe le parti.

Decisivo per il Matera l'avvio di ripresa. Al 51' De Rose pesca in area Albadoro che, sfruttando a suo favore la deviazione di Giorgione, batte agevolmente Berardi e riporta in equilibrio il match. Clamorosa chance dei peloritani dieci minuti dopo, quando Gustavo calcia dalla propria metà campo e centra il palo alla sinistra di Bifulco, sfiorando d'un soffio un gol che sarebbe stato di fatto da manuale. Il doppio legno al 73' con Infantino, il palo colpito da De Rose all'82' e la conclusione imprecisa di Tavares un minuto dopo traducono in sintesi i ritmi di gioco dopo la marcatura dell'1-1. Alla luce pertanto delle reciproche chance, risulta equo il verdetto finale di una gara disputata a viso aperto da entrambe le squadre fino al triplice fischio.

Ultima modifica il Giovedì, 25 Febbraio 2016 22:28

Vi informiamo che utilizziamo dei cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione. Maggiori informazioni sono sulla pagina privacy.Grazie To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information