Sequestrato 240 kg di pesce avariato e scaduto in un ristorante della provincia jonica

Scritto da  Mar 10, 2016

Circa 240 kg di prodotti ittici sequestrati dagli uomini della Capitaneria di Porto - Guardia Costiera di Messina in un noto ristorante della provincia jonica messinese. Il pesce ed i preparati, in cattivo stato di conservazione ed in parte scaduto, erano privi di alcuna indicazione di provenienza, scadenza e tracciabilità sia dei prodotti freschi che di quelli congelati, non rispettando quindi i requisiti dettati dall’ordinanza del Ministero della Salute del 3 aprile 2002.

Il legale rappresentante del locale è stato denunciato all’autorità giudiziaria per detenzione di prodotti ittici in cattivo stato di conservazione. L’attività è stata svolta con l’ausilio del personale dell’ASP di Messina, area dipartimentale S.V.P. distretto di Taormina.

Nella stessa mattinata, nella zona sud di Messina, erano stati deferiti, per la medesima violazione, n. 2 venditori ambulanti di prodotti ittici privi di autorizzazione al commercio. Anche per questi ultimi è scattato il sequestro per complessivi 50 kg circa. Quest’ultima attività svolta in collaborazione con la polizia annonaria di Messina ed alla presenza del personale dell’ASP - Servizio Veterinario.

Tale operazione rientra nell’ambito di una operazione complessa di Polizia Giudiziaria denominata “Longliners” disposta dalla Direzione Marittima di Catania.

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 



 

 

 

 

Ultima modifica il Giovedì, 10 Marzo 2016 19:07

Vi informiamo che utilizziamo dei cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione. Maggiori informazioni sono sulla pagina privacy.Grazie To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information