Redazione

Redazione

E' cominciata la seduta parlamentare d'insediamento dell'Assemblea regionale siciliana per l'apertura ufficiale della XVII legislatura. A presiederla è Alfio Papale di Fi, in quanto deputato più anziano. Nel ruolo di deputati-segretari ci sono i due onorevoli più giovani, Luigi Genovese di Fi ed Elena Pagana del M5s. Tutti presenti tranne il deputato Pippo Gennuso, che con una lettera, resa nota da Papale, ha spiegato di avere subito un lutto. Presente il governo, con in testa il presidente Nello Musumeci. Leggendo i nomi e le deleghe, il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, ha presentato ufficialmente, davanti all'Assemblea regionale appena insediatasi, gli assessori del suo governo, compreso Vittorio Sgarbi. Musumeci comunicherà nei prossimi giorni quando renderà le dichiarazioni programmatiche in aula.

Torna ad aprirsi ai bimbi e ai più grandi la casetta di Babbo Natale allestita dall’associazione “Le Vetrine di Via Garibaldi” nello spazio transennato che sorge accanto alla chiesa di San Giuliano.  Sabato 16 dicembre andrà in scena “Natale con noi”. Di scena le scuole di ballo “Sueno de bailar" di Federica Berenato e "Baila Comingo" di Giusy Ruggeri.  I due gruppi di ballo dalle 17,30 e sino alle 21 circa allieteranno la serata con balli di gruppo e con esibizioni che coinvolgeranno il pubblico presente. Venerdì 22 dicembre, dalle 20,30 circa, la casa di babbo natale e lo spazio allestito dai commercianti, saranno allietati dalla musica tradizionale dello zampognaro e da altre sorprese canore natalizie. Sabato 23 dicembre, sempre dalle 17,30 in poi, è previsto uno spettacolo di fitness musicale. Il Natale dello spazio allestito dai commercianti di via Garibaldi resterà acceso sino al 6 gennaio. Babbo Natale riserverà piacevoli sorprese ai suoi piccoli visitatori. L’evento di quest’anno è stato il biglietto da visita dell’associazione “Le vetrine di Via Garibaldi” che, a poche settimane dalla sua nascita, ha già raccolto una trentina di adesioni. L’associazione ha il merito di avere regalato un clima natalizio anche a chi non potrà recarsi in centro. L’obiettivo è migliorare una zona che ha tutte le carte in regola per diventare il cuore pulsante della città. La casa di babbo Natale è diventata il  centro di iniziative canore e musicali per i più piccoli e per i loro genitori.
L’associazione “Le vetrine di Via Garibaldi” si pone come obiettivo la valorizzazione del territorio della Quarta circoscrizione. Il Consiglio Direttivo dell’associazione, che non ha scopo di lucro, è formato dal presidente Lillo Valvieri, dal vicepresidente Sebastiano Di Mauro e dal segretario e tesoriere Giuseppe De Leo, tutti imprenditori che operano in zona.

Un Politica seria, «perché troppi Governi sono passati giocando, senza scommettere su un territorio che ha enormi potenzialità protettive, conservative, produttive». Una programmazione vera, «anticipata per prevenire gli incendi, per conservare il patrimonio forestale e boschivo». Sono le richieste dei lavoratori agricoli e forestali della Cisl che si sono riuniti per il Consiglio Generale della Fai Cisl alla presenza del commissario regionale Pierluigi Manca e del segretario generale della Cisl Messina, Tonino Genovese

A lanciare le rivendicazioni dei lavoratori del settore è stata la segretaria generale della Fai Cisl di Messina, Sabina Barresi che ha, ancora una volta, rammentato e rivendicato «specificità territoriale del territorio messinese, diversa da quella delle altre province siciliane. Attraversiamo un momento particolarmente delicato per il sistema lavorativo, con pesanti conseguente per famiglie e i lavoratori agricoli, forestali e dei settori pesca e florovivaismo non fanno eccezione. Da anni ribadiamo il ruolo fondamentale della prevenzione, l’obiettivo è fare comprendere a chi è deputato a legiferare l’importanza di una programmazione e di una seria progettualità per tutelare il patrimonio boschivo, florovivaistico, agroalimentare e marittimo. Solo così si può garantire il minimo lavorativo dei nostri lavoratori – ha detto la Barresi – la nostra provincia è boschi, foreste, mare, ma è anche florovivaismo, settore fiore all’occhiello e tra i primi per l’esportazione di piante e agrumi ornamentali, tropicali, ficus, chenzie. Ci sono numeri importanti che danno lavoro a parecchia gente». 

Il segretario generale della Cisl Messina, Tonino Genovese, ha ricordato il lavoro della Cisl e delle categorie affrontato il tema della vertenza pensionistica che ha visto il sindacato in prima linea con Passo dopo passo è lo slogan che la Cisl ha adottato per spiegare lo sforzo del sindacato per la contrattazione «e superare quegli errori della Legge Fornero che nessuno riusciva a spiegare, rivolgendosi quindi al sindacato e alla Cisl che, grazie alla sua classe dirigente, ha saputo contrattare come solitamente fa». 

Anche il commissario regionale della Fai Cisl ha sottolineato l’importanza dell’intesa sulla previdenza, «per il riconoscimento dei lavori gravosi per operai e braccianti agricoli e per gli imbarcati della pesca che adesso sono stati inseriti nell’Ape Sociale. Un risultato importante – ha detto Pierluigi Manca – che rappresenta, insieme al rinnovo del contratto integrativo regionale per i lavoratori della Forestale dopo 16 anni, un importante tassello per i lavoratori della nostra federazione». 

Sulle vertenze in atto, poi, Manca ha aggiunto che «la Fai Cisl attende risposte dalla Politica: forestale, riordino del sistema boschivo legandolo al turismo e alle energie alternative, riforma degli enti di bonifica. Ci sono molte cose da fare e stiamo lavorando a livello regionale ma in stretto raccordo e sinergia con i territori».

Il consigliere della Terza Circoscrizione, Alessandro Cacciotto, ha inoltrato stamane una richiesta al Consorzio Autostrade Siiciliane al fine di sottolineare alcune criticità.  Da diversi giorni lo svincolo di Messina Centro presenta alcune lampade di illuminazione spente. Questa situazione costituisce inevitabilmente un grave pericolo per automobilisti e centauri. Cacciotto ritiene dunque urgente provvedere a ripristinare l'illuminazione nel tratto autostradale sopra menzionato. Inoltre appare evidente la vetustà dei guard rail nella parte terminale dello svincolo, teatro di diversi incidenti. Sarebbe opportuno provvedere alla sostituzione. Infine, il consigliere chiede di provvedere alla scerbatura dell'arteria autostradale in questione.

Nell’ultimo impegno prima della pausa delle festività di fine anno, la Saracena Volley Lavalux Elits, nell’ottava giornata del girone B del campionato di Serie C di pallavolo femminile, ospiterà il Giarre. Il fischio di inizio è fissato per sabato 16 dicembre alle ore 15,30 presso il palazzetto dello Sport di Case Nuove Russo a Patti. Il match con le etnee si preannuncia particolarmente difficile per la Saracena Volley che si troverà di fronte una delle squadre più in forma del torneo. Le ragazze allenate da mister Mauro Silvestre stanno lavorando duramente per preparare al meglio il match che potrebbe essere determinante per la classifica anche in vista degli accessi alla Coppa Sicilia. Per questo Foraci e compagne sono determinate a conquistare l’intera posta in palio per ottenere punti importanti per restare agganciate alle prime e mantenere il terzo posto in classifica.

Il Giarre arriva all’incontro con la Saracena Volley con diciassette punti in classifica frutto di sei vittorie, di cui una per 3-2 contro il Mondo Giovane Messina. Il cammino delle etnee poi è stato perfetto con cinque successi per 3-0 ottenuti contro Barcellona, Team Volley Messina, Misterbianco, Volley 96 Milazzo e Mascalucia ed il turno di riposo già osservato. La Saracena Volley, invece, dopo aver perso la gara d’esordio contro il Team Volley Messina per 2-3 (25-20; 25-20; 14-25; 15-25; 12-15) ed riposato nella seconda giornata, ha piazzato una striscia positiva di cinque vittorie contro Misterbianco, Mondo Giovane Messina, Volley 96 Milazzo, Mascalucia e Kondor Catania che gli hanno fruttato 15 punti ed il temporaneo terzo posto in graduatoria dietro la coppia di testa composta da Giarre e Team Volley.

«Siamo consapevoli – ha commentato mister Mauro Silvestre – che per noi sarà una partita molto difficile contro una delle formazioni più forti del torneo. Come è nel nostro stile ci stiamo allenando duramente per preparare al meglio l’incontro che affronteremo a testa alta con l’obiettivo di vincere. Anche se il Giarre è più forte se riusciremo ad esprimere tutto il nostro potenziale potremo anche riuscire a prenderci qualche soddisfazione. L’importante è rimanere concentrati sino alla fine».

 

Da mesi il vecchio impianto di pubblica illuminazione dell'Antico Borgo Marinaro di Case Basse Paradiso risulta frequentemente essere totalmente spento a scapito delle famiglie residenti e non solo. A lanciare l'allarme i consiglieri della V Circoscrizione Franco Laimo (vice presidente), Marcello Cannistraci e Francesco Mucciardi, i quali da mesi, assieme ai componenti dell'associazione culturale Borgo Marinaro delle Case Basse di Paradiso, seguono questo grave disagio; in quelle viuzze storiche difatti regna l'oscurità e, come sempre, questo fa si che la microcriminalità comincia a prendere piede. Da mesi il vecchio impianto di pubblica illuminazione dell'Antico Borgo Marinaro di Case Basse Paradiso risulta essere totalmente spento a scapito delle famiglie residenti e non solo. Dalla V Circoscrizione più volte sono partite le segnalazioni del caso al Dipartimento di Pubblica Illuminazione che ha potuto appurare come ormai lo stesso impianto sia vetusto e da sostituire, e pertanto, occorrerà stornare il relativo costo.

Il nuovo Presidente, trentacinque anni, competenze trasversali derivanti dalle due Lauree, Lettere Moderne e Ingegneria Edile per il Recupero, rappresenta la terza generazione di ingegneri nell’Impresa di costruzioni di famiglia. Componente del Gruppo Giovani Imprenditori dal 2008, ha maturato la sua esperienza associativa anche con la presenza nel Consiglio Direttivo e il mandato di Vice Presidente del Gruppo.
Sveva Arcovito subentra alla Presidenza di Gaetano Panzera, che ha guidato i Giovani Imprenditori di Messina per oltre tre anni, puntando sulla valorizzazione delle competenze del Gruppo, per divulgare i Valori che contraddistinguono i Giovani Imprenditori: cultura e avvio d’Impresa.
A conclusione del mandato, Gaetano Panzera, ha augurato alla nuova Squadra un buon lavoro, certo che si proseguirà nel percorso già tracciato di iniziative volte alla crescita del Gruppo Giovani Imprenditori, da sempre punta avanzata del sistema Confindustria.
Il neo Presidente Sveva Arcovito, ha anche lei sottolineato il valore dell’associazionismo “perché condividere progettualità, rispondere alle esigenze delle imprese, divulgare la cultura imprenditoriale, significa sostenere il benessere collettivo”.
L’Assemblea ha proceduto anche al rinnovo del Consiglio Direttivo. A comporre la squadra di Presidenza, che gestirà le iniziative dei Giovani Imprenditori nel prossimo triennio: Andrea Freni, Patrizia Floramo, Fabio Orecchio, Davide Blandina, Lorenzo Cardullo, Francesca Timpano, Giuseppe Maiorana.

“La crescita di una azienda passa anche dalla capacità di stare al passo con l'innovazione mediatica e dalla soddisfazione dei clienti, ma non sempre è oro tutto quello che luccica”.  Lo affermano attraverso un'interrogazione urgente, con risposta scritta, i consiglieri comunali di Sicilia Futura: Nino Carreri, Alessandro La Cava, Nino Interdonato e Santi Sorrenti, rappresentando dettagliatamente l'ennesimo sperpero di risorse economiche da parte dell'Amam, che dopo aver assunto un buon numero di informatici, ha pensato bene di esternalizzare servizi che si sarebbero potuti tranquillamente svolgere “in house”. “Mi chiedo – ha evidenziato Interdonato, neo presidente della Commissione Bilancio – con quale faccia i vertici dell'Azienda di Viale Giostra intendano giustificare i 10 mila euro oltre iva,  che verranno spesi per creare, in buona sostanza, un sito internet ed un “customer satisfaction” ovvero  un sistema moderno per conoscere il grado di soddisfazione dell'utenza.  In quest'ultimo caso – ha sottolineato Interdonato – il tutto avverrà attraverso la compilazione di 2 pagine di questionario, distribuite presso la sede delle circoscrizioni quando invece queste stesse informazioni si sarebbero potute acquisire direttamente nella Sede Amam di Viale Giostra e fornite dagli stessi cittadini o professionisti che si recano ogni giorno negli uffici dell'Azienda partecipata, per rateizzare o volturare le utenze. Il servizio prevede invece che la “soddisfazione” dei cittadini-utenti venga raccolta nelle sedi dei quartieri, mentre i dati, rilasciati tramite il questionario, verranno successivamente inseriti, sempre dalla ditta esterna, in un data base che fornirà il report finale. 
Un servizio informatico – ha proseguito il consigliere di Sicilia Futura – che avrebbe potuto tranquillamente svolgere il personale ex Feluca, transitato in Amam, con consolidate capacità proprio nel settore dell'elaborazione dati. Da questa storia una sola considerazione: questa Amministrazione si lamenta sempre per l'esiguità delle risorse di cui dispone mentre una sua società partecipata, di notevole “peso”, si consente di scialacquare come se non ci fosse un domani, i soldi arrivassero sempre dal cielo e la stessa Amam non avesse ben altri programmi da portare a compimento, per dare vera soddisfazione ai messinesi”.    

 

Vi informiamo che utilizziamo dei cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione. Maggiori informazioni sono sulla pagina privacy.Grazie To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information