Redazione

Redazione

La Polizia di Sant'Agata di Militello, in collaborazione con il Commissariato di Capo d'Orlando, ha arrestato tre catanesi in trasferta che cercavano di affibbiare banconote false ai commercianti della zona. A finire in manette Luciano Gatto di 26 anni, Sarah Niciforo di 20 anni e Guido Bonanno di 30 anni, tutti già noti alle forze dell'ordine ed arrestati in passato per vari reati. L’allarme è partito dal proprietario di una farmacia che ha chiesto l’aiuto della Polizia di Stato e ha raccontato di un uomo che, poco prima, intorno alle 19.00 di ieri, aveva tentato di pagare alcuni medicinali con una banconota falsa da 50 euro. Non c’era riuscito perché il titolare dell’esercizio commerciale aveva verificato l’autenticità del denaro con un sistema di rilevamento e, vistosi scoperto, se l’era data a gambe levate.

Le ricerche della Polizia sono partite subito e hanno visto impegnati i poliziotti dei Commissariati di Sant’Agata e Capo d’Orlando, sulle tracce di più individui che avevano già rifilato o tentato di rifilare altre banconote. Intorno alle 20.00, gli agenti hanno infatti sorpreso la persona segnalata dal titolare della farmacia in una rosticceria, in compagnia di altre due persone, intento a consumare quanto era stato pagato con un’altra banconota falsa, anche stavolta da 50 euro. L’uomo e gli altri due avevano comprato panelle e arancini per un importo di 6 euro e il resto, in banconote assolutamente valide, se l’erano intascato. Addosso, di banconote false da 50 euro ne avevano altre due, insieme ad altro denaro con ogni probabilità provento dell’attività illecita.

Uno dei tre è stato filmato dalle telecamere di video sorveglianza della farmacia. Ulteriori indagini hanno evidenziato un altro tentativo, intorno alle 20.00, da parte degli arrestati in un bar di Sant’Agata Militello, dove hanno tentato di acquistare birra e acqua senza riuscirci. Anche in questo caso, una volta scoperta la falsità della banconota da parte del titolare, sono scappati. Le indagini congiunte dei Commissariati di Pubblica Sicurezza di Capo d’Orlando e S.Agata Militello proseguono, al fine di individuare ulteriori complici dei tre arrestati.

Nella città dello Stretto a rendere necessario l’intervento degli operatori di polizia delle volanti sono due uomini entrambi messinesi: il primo di venticinque anni il secondo, Rosario Mollura, di ventisei. Stesso il reato alla base dei provvedimenti precautelari: resistenza e violenza a pubblico ufficiale; diversi i contesti e le modalità di perpetrazione del fatto.

Il venticinquenne è stato tratto in arresto all’interno della sua abitazione per aver proferito frasi ingiuriose e minacciose ai poliziotti intervenuti per sedare una lite in famiglia. L’uomo non ha desistito dal suo intento violento e distruttivo neanche al loro arrivo, anzi si è scagliato minacciosamente contro colpendone uno con un pugno all’addome.

Mollura, invece, è stato bloccato per strada durante un normale controllo al quale tentava di sottrarsi attaccando non solo verbalmente ma anche fisicamente gli operatori di polizia uno dei quali ha dovuto ricorrere a cure mediche. Per entrambi i fatti è stata avvisata l'autorità giudiziaria che ha disposto il trattenimento nelle camere di sicurezza degli arrestati in attesa del rito direttissimo.

Si aprono le porte del Guggenheim Museum di New York per lo chef messinese del Marina del Nettuno Yachting Club di Messina Pasquale Caliri, nominato ambasciatore della cucina siciliana nel mondo. Caliri volerà a New York a rappresentare l’eccellenza del food siciliano in un progetto internazionale che vede impegnate numerose aziende siciliane. Ancora un prestigioso incarico per lo chef siciliano che proprio dagli Usa è approdato al Marina Del Nettuno Yachting Club di Messina. Caliri tornerà negli States quale portavoce del progetto “Gustoso” il network di aziende dell’agro alimentare siciliano creato da Daniele Cipollina. Chef Caliri sarà il supervisor di un team di cuochi impegnati in menu “made in sicily” presso il Guggenheim Museum di New York e allo Spring Place situato all’interno del palazzo che ospita gli Spring Studios, la location prediletta dai brand della New York Fashion Week. Un progetto di share economy di alta gamma che riunisce nella Grande Mela le personalità della moda, ma anche dell’arte, del cinema, del design e dell’imprenditoria.

Il progetto Gustoso sarà presentato ufficialmente in Sicilia Lunedì 23 ottobre 2017 nella splendida location di Palazzo delle Aquile ( Sala Consiliare), sede di rappresentanza del Comune di Palermo; un palinsesto interamente dedicato alla scoperta e alla celebrazione dell’eccellenza agroindustriale siciliana che sarà portata all’attenzione della business community nazionale ed internazionale, un grande evento mediatico, arricchito dalla presenza di autorevoli ospiti del mondo dell’imprenditorialità, della politica e della cultura italo americana. L’intuizione della rete di impresa per aggredire il mercato USA nasce dall’intuizione di Daniele Cipollina fondatore della rete e Paolo Internicola, Direttore Generale Gustoso Import Promotion USA. Le dodici aziende aderenti alla rete sono state selezionate e coinvolte per tipicità, autenticità, legame con il territorio, storia e tradizione familiare. La reste Gustoso Sicilian Food Excellence rappresenta una quota importante dell’export dei prodotti siciliani, e prevede di sviluppare nei primi 24 mesi di attività un volume d’affari intorno ai 25 milioni di dollari.Le aziende della rete potranno beneficiare di economie di scala e di soluzioni, strumenti e agevolazioni per presidiare il mercato USA.

"I veri impresentabili sono i politici che si trovano sia nel Centrodestra che nel Centrosinistra e che in questi anni hanno favorito le lobby e il sistema clientelare della Sicilia e non hanno fatto niente di buono per la Regione. A Messina stiamo assistendo a candidature alle regionali assolutamente inadeguate di personaggi che vogliono replicarsi all'infinito. Dall'altra parte, pseudo nuovi movimenti senza competenze e senza rossori, danno consulenze a parenti e amici spacciandosi per i nuovi moralisti. Tutto ciò non fa che alimentare l'ipocrisia generale dove c'è chi accusa l'altro senza provare a selezionare nuova classe dirigente". A dirlo Cateno De Luca, candidato alle prossime elezioni regionali con la lista Udc -Sicilia Vera durante una convention sugli "impresentabili" al teatro Vittorio Emanuele, alla quale ha partecipato anche il prof. Carlo Taormina, che ha discusso sulle norme relative all'ineleggibilità. De Luca ha poi chiarito il suo concetto di impresentabili, spiegando che "oltre ai condannati non dovrebbe partecipare alle competizioni elettorali anche chi non ha ottenuto buoni risultati per la propria comunità ed è stato complice del degrado in cui si trova Messina". Ha quindi elencato tutti gli attuali deputati regionali e nazionali della città dello Stretto sottolineando in particolare: "Tra tutti un ruolo fondamentale lo ha avuto Francantonio Genovese che, con il suo comportamento ha tenuto politicamente sotto scacco la città per anni, e ora, dopo quanto è accaduto dal punto di vista giudiziario, mette in campo il figlio pur di mantenere questo potere. Non mi sembra il modo di agire di uno statista". De Luca poi parla anche dell'attuale presidente dell'Ars Giovanni Ardizzone anche lui candidato alle regionali affermando: "Non ha certo brillato, nonostante l'importante ruolo istituzionale ricoperto. Lo conosco da tanti anni ed è un bravo ragazzo sempre pronto a sedersi sulle poltrone, ma non è riuscito ad ottenere grandi risultati per la città". De Luca poi si è soffermato sull'Università di Messina che secondo l'ex deputato regionale starebbe cercando di imporre propri candidati. "Spero - ha detto De Luca - che altre istituzioni non invadano il campo in politica, perché questo sarebbe un duro colpo alla democrazia. Aggiungo che non accettiamo che certi palazzi in questo momento stiano agendo con fare tentacolare per imporre i loro uomini come se dal loro scranno o ermellino vorrebbero impadronirsi della città. Oggi candidano personaggi nelle liste regionali, poi hanno indicato il loro candidato a sindaco di Messina e quello al Senato. Chi ricopre ruoli istituzionali continui a svolgerli senza cercare di condizionare altro". Durante la convention il professore Carlo Taormina si è soffermato quindi sulla questione dell'ineleggibilità dichiarando: Il 67% degli Italiani non ha fiducia nella giustizia. Gran parte della magistratura ha rappresentanti politicizzati. Se la lista degli impresentabili venisse da magistrati competenti, con un contesto giudiziario diverso, ci fideremmo di più delle sentenze. L’ultimo arrivato non può compilare l’elenco di chi ritiene impresentabile. L’incandidabilità è un concetto differente. Qualcuno lo distingue dall'ineleggibilità. Quest'ultimo caso riguarda situazioni che provengono da una sentenza di primo grado e che superano determinate pene e per alcuni reati”. Taormina si è soffermato poi sul processo riguardante De Luca spiegando: “Lui è candidabile e presentabilissimo ed è stato sotto processo solo per aver fatto bene un contratto di quartiere che avrebbe tolto dal degrado il suo comune, per aver fatto meglio di altri le difese spondali del torrente che attraversa il paese. Ha fatto solo il bene della sua comunità. De Luca si è fatto il suo calvario giudiziario e ha subito 15 procedimenti penali, ma molti non ricordano che ha collezionato 14 assoluzioni e 14 archiviazioni. Non è possibile liquidare la storia di Cateno De Luca, delle sue battaglie, dei suoi ottimi risultati come amministratore dicendo che è stato indagato".

Durante la manifestazione sono stati presentati inoltre altri 50 candidati e altri tre assessori delle liste De Luca sindaco di Messina. Si tratta di Salvatore Curtò, Salvatore Mondello, e Antonio Briguglio.

Salvatore Mondello è laureato in Architettura e Ingegneria e ha conseguito un dottorato di ricerca in pianificazione e progettazione della città. Da oltre vent'anni con ottimi risultati dal punto di vista tecnico si occupa di questioni collegate al territorio. "La città - spiega - non ha bisogno di grandi formule magiche per risollevarsi, ma di azioni semplici per far attecchire i futuri progetti importanti. Si devono snellire le procedure amministrative che portano a non conseguire risultati per incompetenza e mancanza di amore della città e si devono ridefinire delle regole che poi devono essere condivise dall'amministrazione dai cittadini". L'altro assessore Salvatore Curtò, laureato in Giurisprudenza e responsabile per un'azienda farmaceutica per la Sicilia e la Calabria, ex consulente di un assessorato regionale, ha anche ricoperto numerosi e importanti ruoli istituzionali."Sono rimasto sorpreso positivamente - sottolinea - di quanto fatto dall'onorevole De Luca a Santa Teresa Di Riva in soli cinque anni con criteri di efficienza e efficacia. Quindi ho deciso di appoggiarlo insieme ad un gruppo di amici perchè penso possa fare lo stesso anche a Messina. Sono felice di poter essere con lui protagonista del cambiamento della città". Infine Antonio Briguglio è un fisioterapista e fondatore del gruppo facebook 'Riabilitiamo Messina' che concretamente si è battuto per cambiare le condizioni della città. "De Luca - sottolinea - è l'uomo giusto per dare una scossa alla città, noi come lui ci abbiamo provato formando un gruppo di cittadini chehanno denunciato le inefficienze e le problematiche. Abbiamo così cercato di incidere su alcune scelte che riguardano la vivibilità. Saremo in campo con De Luca per dimostrare che realizzare dei sogni anche in questa città è possibile".

Terza giornata di campionato in serie C Silver, il Gruppo Zenith Messina torna a giocare tra le mura amiche dopo la sconfitta di misura subita ad Agrigento. I biancorossi ospitano lo Sport Club Gravina, reduce dal successo interno contro il Cocuzza, grazie ad un canestro realizzato sulla sirena finale da La Mantia. La formazione etnea, affidata al riconfermato Giuseppe Marchesano, rispetto alla scorsa stagione ha perso qualche pedina importante del roster, ma rimane sempre un complesso ben rodato con buone individualità come il nuovo centro Santonocito (21.5 pp.g) e la guardia Barbera (11 pp.g). Nel campionato scorso il Gravina fece bottino pieno, vincendo entrambe le sfide, quest’anno gli scolari vogliono prendersi la rivincita.

Non sarà una gara facile, i peloritani la dovranno affrontare con la massima attenzione, se vorranno conquistare il secondo successo in campionato. La squadra si è preparata con grande intensità in vista dell’impegno con gli etnei. Ha ripreso ad allenarsi anche il capitano Claudio Cavalieri, assente domenica scorsa al PalaMoncada. Coach Ciccio Romeo conta di recuperare la guardia romana anche se non non sarà al top della condizione.

Il club del presidente Zanghì fa affidamento sul sostegno del proprio pubblico, che si spera accorra numeroso come nella gara d’esordio con la Nuova Agatirno. All’evento sportivo sarà abbinata una iniziativa dall’alto valore sociale. Infatti, la Basket School Gruppo Zenith Messina sostiene “Benefit” l’iniziativa ideata dall’Associazione Invisibili Messina, gruppo di azione solidale che si fonda sul principio del riuso consapevole: ridistribuire i capi di abbigliamento ancora in buone condizioni ma non più utilizzati. Benefit non ha scopo di lucro, è uno Store di condivisione, dove è vietato l’uso del denaro. Benefit si trova a Messina, in via Lombardia, angolo via Napoli. La Basket School Gruppo Zenith Messina invita gli appassionati, in occasione della gara casalinga contro lo Sport Club Gravina, a contribuire al progetto dell’Associazione Invisibili Messina donando capi di abbigliamento non più utilizzati.

Appuntamento al PalaTracuzzi, alle ore 18 di domenica 22 ottobre, per Gruppo Zenith Messina – Sport Club Gravina. Dirigeranno il match i signori Paolo Filesi di Chiaramonte Gulfi e Francesco Giunta di Ragusa.

Esordio nel massimo campionato femminile per la Waterpolo Messina. Oggi, alle 15.00, la squadra di Francesco Misiti giocherà a Milano, in quello che sembra avere tutti i connotati di uno scontro salvezza. La formazione peloritana, quasi totalmente rinnovata, debutterà contro le ex Apilongo e Gitto. Un altro impegno difficile dopo gli incontri in Fin Cup con Ekipe Orizzonte e Cosenza. Col gruppo giallorosso c’è anche l’attaccante Daniela Rose Screnci che ha già debuttato la scorsa settimana nella partita con le silane.
Le giallorosse, guidate dal capitano Federica Radicchi, puntano molto sulla classe della cinese Zihan Zhao che nelle prime uscite ha dimostrato di possedere i numeri giusti per figurare anche nella A/1 dopo aver impressionato agli ultimi mondiali.
Così alla vigilia il tecnico Francesco Misiti: “ La prima partita è sempre un’incognita perché Milano, come noi, ha una rosa rinnovata. Cercheremo di giocare con le nostre armi, provando, però, a migliorare le ultime prestazioni offerte in Fin Cup”. Dopo la trasferta di Milano, la Waterpolo Messina giocherà un doppio turno casalingo contro Rapallo e Bogliasco.

La musa inquieta che alberga dentro ognuno di loro, prende il sopravvento e muove le loro mani, ognuno nel proprio fare, che siano ingredienti o inanimata materia. Questo è il pensiero che coniuga gli intenti di coloro che partecipano al CioccolArt Sicily Festival nello splendido Borgo di forza D’Agrò, dove artisti di ogni genere esprimono, creano e urlano il proprio io interiore, ne è prova il programma della Manifestazione 2017.
Arte sperimentale questa la parola d’ordine che caratterizzerà questa Edizione del Festival del Cioccolato, sperimentazione non solo nel campo enogastronomico, dove il calibro degli chef coinvolti ci ha abituato a sapori e odori sempre più ricercati, complessi e fantasiosi, ma ingegno creativo e stile distingueranno le presenze artistiche di quest’anno.
In questa edizione del Festival saranno realizzati diversi progetti che scaturiranno dalle residenze artistiche e dagli eventi performativi, nei giorni 1 e 2 novembre 2017, il “Fare arte” degli artisti invitati sarà ri‐scoperto dai fruitori tramite dei codici di lettura simbolici, dove gli artisti racconteranno le proprie visioni ed ispirazioni nate nel momento stesso della creazione dell’opera, rivelando storie, esperienze individuali e collettive. Grazie agli artisti invitati nelle residenze come: Giacomo Montanaro, Domenico “Mimmo” Di Caterino, il collettivo artistico L.A.B.1 (Filippo Malice,
Andrea Leuzzo, Giuseppe Lococo), Maria Grazia Barbagallo e Rosaria Straffalaci, le loro performance concepiranno delle opere sperimentali, utilizzando un materiale non consono alla propria ricerca artistica, contaminandolo, suggerendo storie, ampliando la percezione di nuove realtà, mostrando un panorama magico e immaginario. Le performance degli artisti saranno supportate dal Maestro cioccolatiere Paolo Caridi.
Nasce Il progetto “Testimonianze”, una collezione di arte contemporanea in progress, composta da sezioni dedicate ai Maestri storici, agli artisti e movimenti artistici contemporanei Italiani e stranieri, più una sezione dedicata ai giovani talenti delle Accademie di Belle Arti Italiane. La volontà del progetto è di evidenziare le varie tecniche di lavorazione del cioccolato in modo sperimentale,
collegandolo al lavoro e alla ricerca degli artisti, gruppi e movimenti artistici, così da arricchire il patrimonio culturale del Territorio.
Presentazione progetto MicroCHOC® ‐ Microchip & cocolate by Laconi Carlo Salvatore III, Il prototipo scultoreo di cioccolatino2.0 interattivo. Du vin, des pages et du chocolat, il Sommelier Philippe Cabrit e la scrittrice Claire Arnot. Le novelle, il giusto contorno agli aromi e alle fragranze dei vini francesi con l’immancabile presenza del cioccolato. Si rinnova anche per il 2017 la collaborazione tra CioccolArt Sicily e Naxoslegge, la rassegna di cultura del gusto che si
svolge durante il festival a Forza d’Agro', dal 31 ottobre al 2 Novembre. Naxoslegge sarà presente con tre appuntamenti: il 31 con la presentazione del libro‐saggio della studiosa catanese, Dora Marchese, dedicato al rapporto tra cibo e letteratura; giorno 1 spazio alla solidarietà, “Vicini ad Amatrice”, con un percorso di degustazione a cura degli istituti alberghieri siciliani e una raccolta fondi; il 3 la proposta di un corto del regista Lorenzo Daniele, dedicato ai distillati, con degustazione. Tre momenti in cui si coniugano felicemente gusto, letteratura e impegno
sociale. I tre incontri di Naxoslegge, spiega il direttore artistico, Fulvia Toscano, saranno coordinati da Tamako Chemi.
Altra novità di quest’anno, la collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Catania con il corso di Storia del Costume, rappresentati rispettivamente nella persona del Direttore l’Arch. Virgilio Piccari e dalla Prof.ssa M. Liliana Nigro, sempre disponibili alla collaborazione con Manifestazioni volte allo sviluppo Culturale e Sociale. Continua la collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria, con la 4° edizione del Workshop di CioccoScultura con gli studenti che verranno seguiti dal tutor Luigia Giannini e coordinati nelle diverse giornate dai docenti Prof. Filippo Malice, Prof. Andrea Leuzzo e la Prof.ssa Iolanda Vacalebre.

A poco più di 2 settimane dal voto, la fiducia dei siciliani nell'istituzione "Regione" crolla dal 33% del 2006 al 12%: è un dato, quello rilevato dall'Istituto Demopolis, più basso di quasi 20 punti rispetto alla media nazionale e che pesa in modo significativo sull'affluenza alle urne nell'Isola. Se ci si recasse oggi alle urne, il 52% degli aventi diritto, circa 2 milioni e 400 mila siciliani, non voterebbe per la scelta del nuovo Presidente della Regione: un'astensione molto alta, in parte recuperabile, che aumenta l'incertezza sull'esito della competizione del 5 novembre.

È un consenso ancora molto fluido, quello che emerge dall'indagine dell'Istituto Demopolis sul voto per le Regionali in Sicilia. Tra quanti immaginano di recarsi alle urne il 5 novembre, soltanto il 61% ha già un orientamento preciso; il 16% esprime un'intenzione di voto, ammettendo però che potrebbe cambiare idea. Il 23%, quasi un quarto degli elettori siciliani, è ancora del tutto indeciso sulla scelta da compiere.

"A 16 giorni dalle elezioni - spiega il direttore dell'Istituto Demopolis Pietro Vento - la sfida per la conquista di Palazzo d'Orleans resta decisamente aperta. Considerata l'attuale instabilità del consenso, nell'ultimo sondaggio prima del black out previsto dalla legge, Demopolis ha scelto di fotografare non soltanto il voto odierno, ma anche l'elettorato certo, costituito dai cittadini che dichiarano di aver compiuto una scelta definitiva, ed il bacino potenziale dei principali candidati".

 

Vi informiamo che utilizziamo dei cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione. Maggiori informazioni sono sulla pagina privacy.Grazie To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information