La Waterpolo Messina saluta l’Europa con una sconfitta, la terza in altrettante partite disputate nel girone di Atene. Dopo Dinamo Uralochka e Plebiscito Padova, le peloritane sono state battute anche dalle padrone di casa dell’Olympiakos 17-3. Un divario, anche in questo caso ampio, che conferma la differenza di organici. La Waterpolo Messina si è presentata all’appuntamento senza le due straniere Zhao e Mantellato, assenze che hanno avuto un peso determinante, sia per la qualità delle giocatrici, sia per il numero di rotazioni ridotte. Adesso la Waterpolo Messina potrà pensare esclusivamente al campionato per cercare di agguantare la permanenza in A/1 attraverso i play-out. C’è quasi un mese di tempo per capire come intervenire per salvare la stagione. Partendo, ovviamente, dalle valutazioni sulla cinese Zhao, rimasta in patria per motivi di salute.
TABELLINO Olympiakos- Waterpolo Messina 17-3 (6-1,6-0, 2-1,3-1 )
OLYMPIAKOS Diamantopoulou, Plevritou E., Eggens 1, Eleftheriadou 2, Manolioudaki, Avramidou 2, Asimaki 4, Plevritou M.1, Emmolo 3 (1 rig.), Plevritou V.4, Myriokefalitaki, Stamatopoulou. All: Pavlides .
WATERPOLO MESSINA- Sotireli, De Vincentiis 1, Bonanno, Amedeo 1, Brown , Radicchi , D’Amico 1, Le Donne, Marchetti, Screnci. All. Misiti
I risultati del girone di Atene:
Olympiakos-Plebiscito Padova 10-7
Dinamo Uralochka- Waterpolo Messina 21-5
Olympiakos- Dinamo Uralochka 18-13
Waterpolo Messina- Plebiscito Padova 2-19
Olympiakos- Waterpolo Messina 17-3
Plebiscito Padova- Dinamo Uralochka 9-5
Classifica Olympiakos 9, Padova 6, Dinamo Uralochka 3, Wp Messina 0.

Waterpolo Messina ancora sconfitta In Eurolega. Dopo la battuta d’arresto con le russe della Dinamo Uralochka, è arrivata quella con il Plebiscito Padova che ha superato le peloritane 19-2. Derby senza storia, già in archivio alla fine del primo tempo con un pesante 8-0. Venete scatenate anche per migliorare la differenza reti in vista del match decisivo per la qualificazione al turno successivo proprio contro le russe.
TABELLINO Waterpolo Messina-Plebiscito Padova 2-19 (0-8,1-6,1-2, 0-3 )
WATERPOLO MESSINA- Sotireli, De Vincentiis, Bonanno, Amedeo, Brown 1, Radicchi , D’Amico, Le Donne, Marchetti 1, Screnci. All. Misiti
PLEBISCITO PADOVA- Teani, Barzon 4, Savioli 4, Gottardo 2, Queirolo 4, Casson, Millo 2, Dario 1, Sohi 1, Chiappini, Nencha 1, Tielmann, Giacon. All. Posterivo.
I risultati del girone di Atene:
Olympiakos-Plebiscito Padova 10-7
Dinamo Uralochka- Waterpolo Messina 21-5
Olympiakos- Dinamo Uralochka 18-13
Waterpolo Messina- Plebiscito Padova 2-19
Classifica Olympiakos 6, Padova e Dinamo Uralochka 3, Wp Messina 0.

Waterpolo Messina sconfitta nella prima giornata di Eurolega. Ad Atene, sede designata per la seconda fase, le giallorosse sono state battute dalle russe della Dinamo Uralochka  21-5  . Senza la cinese Zhao e la brasiliana Mantellato, e con sole 10 giocatrici a referto, la squadra peloritana ha, comunque, fatto del suo meglio al cospetto di un avversario decisamente più forte. Le russe impattano bene il match e si portano subito sul 2-0. La Waterpolo Messina non sfrutta l’uomo in più e subisce altri due gol da parte della scatenata Zelentsova. Dopo un quarto di gioco più di una sentenza ma con caparbietà le giallorosse non mollano. A metà della seconda frazione arriva il primo gol delle peloritane e lo firma il capitano Federica Radicchi. Le russe segnano in superiorità ma ancora Radicchi dalla distanza sorprende il portiere avversario. La Waterpolo Messina fallisce un paio di opportunità di avvicinarsi alle russe che vanno in rete con la solita Zelentsova. Dopo l’intervallo lungo, la Dinamo Uralochka incrementa il vantaggio. Per le peloritane, che perdono D’Amico per tre falli,  segna solo Radicchi su rigore. Ultimo quarto solo per il tabellino con le russe che infieriscono.
TABELLINO  Dinamo Uralochka-Waterpolo Messina 21-5  (4-0, 2-2, 6-1, 9-2)
DINAMO URALOCHKA Boronina, Neznamova, Zaplatina 1, Karimova 4, Panfilova,  Popova, Zelentsova 5, Lapteva 4( 1 rig.) , Galimzianova, Lipskaia 1, Topychkanova 3, Bernesva 3, Golovina. All. Nakoriakov.
WATERPOLO MESSINA- Sotireli, De Vincentiis, Bonanno 1, Amedeo, Brown, Radicchi 4 ( 1 rig.), D’Amico, Le Donne, Marchetti, Screnci. All. Misiti

Prosegue ad Atene, in Grecia, il percorso in Eurolega della Waterpolo Messina, alla sua terza partecipazione consecutiva nella più importante manifestazione continentale. La società del presidente Felice Genovese è inserita nel gruppo E, con le padrone di casa dell’Olympiakos, le russe della Dinamo Uralochka e il Plebiscito Padova. Al turno successivo si qualificano le prime due.  La Waterpolo Messina sembra chiusa dal pronostico anche perché non può contare sulle straniere utilizzate nelle partite precedenti, la cinese Zhao e la brasiliana Mantellato.  Così Francesco Misiti, allenatore della Waterpolo Messina: “Per noi è soprattutto un’occasione per migliorare l’intesa e la forma contro avversari di calibro superiore. Cercheremo di non sfigurare, consci, però, del fatto che le partite saranno difficili”.
Questo il programma del girone di Atene:
Venerdì 19/01/2018
Ore 17.30 Olympiakos-Plebiscito Padova
Ore 19.15 Dinamo Uralochka- Waterpolo Messina
Sabato 20/01/2018
ore 17.45 Olympiakos- Dinamo Uralochka
Ore 19.30 Waterpolo Messina- Plebiscito Padova
Domenica 21/01/2018
ore 09.45 Olympiakos- Waterpolo Messina
Ore 11.30 Plebiscito Padova- Dinamo Uralochka.

Pronostico rispettato alla piscina Cappuccini. Non basta una prova, tutto sommato, dignitosa alla Waterpolo Messina per tenere testa alla più quotata Ekipe Orizzonte Catania che vince 20-8 al termine di una gara equilibrata nel punteggio solo per un tempo e mezzo. Comunque sia non una partita determinante in chiave salvezza, obiettivo stagionale della Waterpolo Messina che, adesso, nel mese di pausa, dovrà pensare a mettere a posto alcuni tasselli, in primis quello della cinese Zhao, rimasta in patria per motivi di salute. Un’assenza che si è fatta sentire. Da lunedì, la Waterpolo Messina comincerà la preparazione in vista del girone di Eurolega di Atene, in programma nel prossimo fine settimana, tre partite che consentiranno alle giovani ragazze di Misiti di fare esperienza.
La Waterpolo Messina segna il primo gol del match con D’Amico ma poi subisce il ritorno delle etnee. Tre gol delle peloritane di Screnci(doppietta) e Brown riportano la parità (4-4). Il break arriva tra la metà del secondo parziale e l’inizio del terzo con le cinque reti consecutive dell’Ekipe Orizzonte che stroncano ogni velleità. Dopo il gol di D’Amico, le catanesi vanno in rete per otto volte di fila. Nell’ultimo parziale il capitano Radicchi, con una tripletta, rende più accettabile, in termini numerici, la sconfitta. Ma questa è un’altra storia.
Così il tecnico Francesco Misiti: “Pur consci del valore dell’avversario, potevamo fare meglio in certe situazioni anche se in linea generale non sono totalmente deluso. Perdere largamente, è chiaro, che non fa piacere. La pausa di campionato ci permetterà di riordinare le idee e, dove possibile, intervenire. Adesso pensiamo agli impegni europei delle prossima settimana”.
TABELLINO - WP MESSINA-L’EKIPE ORIZZONTE CT 8-20 ( 2-4, 2-3,1-6,3-7)
WATERPOLO MESSINA: Sotireli, De Vincentiis, Bonanno, Amedeo, Brown 1, Radicchi 3 (1 rig.), D'Amico 2, Rella, Marchetti, Screnci 2, Le Donne, Majolino, De Matteis. All. Misiti
L'EKIPE ORIZZONTE: Schillaci, Ioannou, Garibotti 4, Bianconi 5, Aiello 2, Grillo, Palmieri 2, Marletta, Van Der Sloot 3, Morvillo 1, Riccioli 3, Lombardo, Condorelli. All. Miceli
Arbitri: Bensaia e Dantoni
Sup. num. : Waterpolo Messina 3/6 + 2 rigori, L'Ekipe Orizzonte 4/5.
Note: nel quarto tempo Radicchi (Waterpolo Messina) fallisce un rigore (palo). Uscite per limite di falli: Ioannou (L'Ekipe Orizzonte).
Questi i risultati della nona giornata: Florentia-Padova 5-10, Rapallo-Milano 8-7 Bogliasco-Cosenza 5-5. Riposa Sis Roma
Classifica A/1 F: Ekipe Orizzonte Ct 22, Padova 18, Rapallo 15, Sis Roma e Milano 12, Bogliasco 9, Florentia 5, Cosenza, 4, Waterpolo Messina 3.
(Florentia e Cosenza una gara in meno).

Ancora una gara proibitiva per la Waterpolo Messina che oggi 13 gennaio, ore 15.00, ospiterà alla piscina Cappuccini la capolista Ekipe Orizzonte Catania, squadra favorita per la vittoria del prossimo scudetto. Impegno durissimo per le peloritane, reduci dalla fresca sconfitta subita a Padova nel recupero dell’ottava giornata. L’assenza della cinese Zhao aumenta le difficoltà dell’incontro. Tra le giallorosse c’è la consapevolezza che la strada verso la salvezza non passa da partite come queste ma, al tempo stesso, c’è anche l’obbligo di tenere dignitosamente la scena.
Questa l’analisi pre gara di Francesco Misiti, tecnico della Waterpolo Messina:  “Siamo in un momento di difficoltà e rispetto alle ultime gare dell’anno scorso ci manca anche un po’ di ritmo partita. Il pronostico, chiaramente, non è dalla nostra parte, speriamo, comunque, di far meglio rispetto alla gara di due giorni fa. Sapevamo che non sarebbe stata una stagione facile. Sarà decisivo il girone di ritorno, che si aprirà a metà febbraio. E da li in poi dovremo essere bravi a cogliere tutte le occasioni favorevoli che non saranno tante”.
Queste le gare della nona giornata: Florentia-Padova, Rapallo-Milano e Bogliasco-Cosenza. Riposa Sis Roma.
Classifica A/1 F: Ekipe Orizzonte Ct 19, Padova 15, Rapallo, Sis Roma e Milano 12, Bogliasco 8, Florentia 5, Waterpolo Messina e Cosenza 3. (Florentia e Cosenza una gara in meno).

La Waterpolo Messina deve, ancora una volta, rinviare l’appuntamento con la prima vittoria casalinga di campionato. La squadra peloritana tiene testa alla più quotata Sis Roma e alla fine cede 15-10, pagando soprattutto un passaggio a vuoto, quello che va dal secondo al quinto minuto della terza frazione quando la formazione di Formiconi va in rete per cinque volte consecutivamente. A pesare sull’esito finale anche i due falli iniziali fischiati a carico di Radicchi e D’Amico. E senza un marcatore puro del centro, Galardi ha finito per fare la differenza in una gara, peraltro, condita da parecchie sbavature arbitrali. La sconfitta non pregiudica il cammino salvezza della Waterpolo Messina che adesso tornerà in vasca il 10 gennaio a Padova nel recupero dell’ottava giornata e poi, tre giorni dopo, ospiterà l’Ekipe Orizzonte nell’ultima partita del girone di andata. Un finale complicato e, se vogliamo, anche proibitivo.
La Sis Roma parte bene e si porta sul doppio vantaggio con Picozzi e Gual. La cinese Zhao accorcia con una conclusione tipica del suo repertorio.
Dopo la seconda rete personale della Gual, Radicchi e De Vincentiis rimettono il punteggio in parità anche se le padrone di casa devono incassare i due falli personali del capitano. Nella seconda frazione la Waterpolo Messina tiene testa con autorità alla Sis Roma. Sorpassi e controsorpassi. Segnano nell’ordine Galardi, Amedeo e Zhao su rigore per le peloritane, ancora Galardi ed, infine, De Vincentiis, Picozzi e Centanni. All’intervallo lungo la Sis Roma è avanti col minimo scarto ma De Vincetiis, una delle migliori oggi, in superiorità ristabilisce la parità.

Tutto, però, cambia quando Gual manda sul palo il secondo rigore di giornata. La spagnola è fortunata perché, nell’immediatezza, ribadisce in gol. Da quel momento la Waterpolo Messina va in black-out e la squadra di Formiconi non perdona segnando quattro volte in altrettanti minuti con la scatenata Galardi ( tripletta) e Gual. La frazione si conclude con un divario più ampio grazie alle marcature di Centanni e Giachi dopo la rete di Brown. La Waterpolo Messina ha, poi, il merito di non sbracarsi e di limitare il passivo togliendosi la magra soddisfazione, dopo il sesto gol personale di Galardi, di vincere l’ultimo tempo con la doppietta di D’Amico.
Questa l’analisi dell’allenatore peloritano Francesco Misiti: “Non credo sia stato un passo indietro sul piano della prestazione. Le ragazze hanno lottato ma hanno pagato il passaggio a vuoto del terzo parziale. E contro un avversario come la Sis Roma non era semplice recuperare. Se a ciò aggiungiamo che Radicchi e D’Amico hanno giocato gravate di due falli, il quadro è completo. Guardiamo avanti con fiducia perché nulla è compromesso anche se perdere in casa dà fastidio”.
TABELLINO- Waterpolo Messina- Sis Roma 10-15 ( 3-3,3-4,2-7, 2-1)
Messina: Sotireli, De Vincentiis 3, Bonanno, Amedeo 1, Brown 1, Radicchi 1, D'Amico 2, Rella, Zhao 2 (1 rig.), Misiti, Le Donne, Majolino, Aricò. All. Misiti.
Sis Roma: Sparano, Tabani, Gual 4 (1 rig.), Marani, Giovannangeli, Tankeeva, Picozzi 2, Sinigaglia, Galardi 6, Centanni 2, Giachi 1, Cellucci, Bradimarte. All. Formiconi.
Arbitri: Castagnola e Colombo.Sup. num.: Messina 4/8 + 1 rigore, Sis Roma 1/5 + 2 rigori. Uscita per limite di falli De Vincentiis nel quarto tempo.

Questi i risultati della settima giornata : Milano- Ekipe Orizzonte Catania 5-11, Rapallo- Padova 6-5, Florentia-Cosenza (rinv. 20/1/2018). Riposa Bogliasco
Classifica A/1 F: Ekipe Orizzonte Ct 16, Rapallo e Padova 12, Sis Roma 11, Milano 9, Bogliasco 8, Florentia 4, Waterpolo Messina e Cosenza 3.

Ultima partita del 2017 per la Waterpolo Messina che, oggi alle 15.00 alla piscina Cappuccini, ospiterà la Sis Roma. Le peloritane hanno, infatti, posticipato al 10 gennaio l’incontro in trasferta con il Padova, programmato, inizialmente, il 23 dicembre, data indicata dalla federazione per le gare dell’ottava giornata. Dopo aver vinto il primo incontro in campionato contro il Cosenza, la Waterpolo Messina vuole rompere il ghiaccio anche in casa dopo le buone prestazioni offerte contro Rapallo e Bogliasco. Il morale è alto ma c’è anche consapevolezza delle difficoltà che presenta la gara con la Sis Roma, formazione che annovera alcuni dei migliori prospetti italiani, tra cui Picozzi, Galardi e l’ex portiere Sparano. 
Questa l’analisi dell’allenatore peloritano Francesco Misiti: “ Il nostro obiettivo è quello di dare continuità alle ultime prestazioni offerte anche se l’avversario è tecnicamente ben dotato. A mio giudizio la Sis Roma darà filo da torcere, come peraltro ha già fatto in questo primo scorcio di stagione,  alle prime della classe”.
Queste le gare della settima giornata : Milano- Ekipe Orizzonte Catania, Rapallo- Plebiscito  Padova, Firenze-Cosenza. Riposa Bogliasco
Classifica A/1 F:  Ekipe Orizzonte Ct 13, Padova 12, Milano e Rapallo 9,  Sis Roma e Bogliasco 8,  Florentia 4, Waterpolo Messina e Cosenza 3.

Prima vittoria in campionato per la Waterpolo Messina che a Cosenza recupera quattro gol di svantaggio e poi firma il clamoroso sorpasso vincendo per 8-5. Un successo cercato, voluto e difeso con i denti quello della squadra di Misiti che bissa quanto fatto in Eurolega contro il Nikar. Nonostante la falsa partenza, le peloritane non si sono disunite attendendo il momento giusto per reagire. Dopo il gol di De Vincentiis, giunto al termine della seconda frazione, e fino alla conclusione del match è stato un monologo delle giallorosse che hanno infilato l’ex Giulia Gorlero per sei volte consecutivamente, difendendo con ordine e grinta sui possessi silani. La vittoria restituisce serenità alla Waterpolo Messina e premia, indubbiamente, il lavoro del tecnico Misiti. Cosenza va sul 2-0 con le sorelle Motta. Nel mezzo un rigore fallito da Zhao. Vanno in gol De Cuia, Amedeo con l’uomo in più, poi Kuzina e De Mari. Il largo vantaggio, però, non esalta le silane che, anzi, cadono sotto i colpi della Waterpolo Messina, diventata, di colpo, impenetrabile in difesa. Segna De Vincentiis ma le peloritane offrono il meglio del repertorio dopo l’intervallo lungo. In meno di tre minuti D’Amico, Radicchi e Amedeo pareggiano i conti. Nell’ultimo tempo ci si aspetta l’arrembaggio del Cosenza che fallisce una doppia superiorità per riportarsi avanti. E’ il chiaro segnale di una giornata storta che la Waterpolo Messina traduce in realtà segnando, in superiorità, con Brown il gol del sorpasso mentre la cinese Zhao realizza le reti della sicurezza. Finisce con le peloritane abbracciate nella vasca di Cosenza, complimentate dal tecnico locale Marco Capanna. Soddisfatto Francesco Misiti, allenatore della Waterpolo Messina:“ La vittoria è importante per il morale e per come è arrivata. Faccio i complimenti alle mie ragazze per l’ottima prestazione. Il campionato è ancora lungo ma successi come quello di oggi motivano il gruppo e incoraggiano il lavoro settimanale. La squadra è in crescita come, peraltro, aveva dimostrato nelle partite di Eurolega”.

TABELLINO- Città di Cosenza-Messina 5-8 (2-0, 3-2, 0-3, 0-3)

Città di Cosenza: Gorlero, Citino, Greco, De Mari 1, Motta S. 1, De Cuia 1, Kuzina 1, Nicolai, Di Claudio, Presta, Motta R. 1, Nisticò, Sena. All. Capanna.

Messina: Sotireli, De Vincentiis 1, Bonanno, Amedeo 2, Brown 1, Radicchi 1, D'Amico 1, Rella, Zhao 2, Majolino, Atigue, Misiti, Celona. All. Misiti.

Arbitri: Navarra e Scappini.

Superiorità numeriche: Cosenza 0/4, Messina 5/9 + un rigore.

Note: Gorlero (C) para un rigore a Zhao nel primo tempo.

Questi i risultati della sesta giornata : Bogliasco- Ekipe Orizzonte Catania 5-9, Plebiscito Padova- Milano 7-6, Sis Roma – Rapallo 14-9. Riposa Firenze.

Classifica A/1 F: Ekipe Orizzonte Ct 13, Padova 12, Milano e Rapallo 9, Sis Roma e Bogliasco 8, Florentia 4, Waterpolo Messina e Cosenza 3.

 

Missione compiuta per la Waterpolo Messina che centra la qualificazione alla fase successiva di Eurolega, in programma dal 19 al 21 gennaio, in una sede ancora da stabilire. Obiettivo raggiunto con l’impegno e con buone qualità tecnico-tattiche. L’auspicio è che, adesso, questo risultato possa avere risvolti positivi anche in campionato perché la squadra di Francesco Misiti, nonostante le difficoltà, ha dimostrato di essere in grande crescita.
Nell’ultima giornata del girone eliminatorio, la Waterpolo Messina ha dato filo da torcere alle russe dell’Ugra, salvo arrendersi nell’ultimo quarto come già successo altre volte nel corso della stagione e, per non andare troppo lontano, anche il giorno precedente con le catalane del Sant Andreu che, oggi, hanno vinto, agevolmente, con le tedesche del Nikar Heidelberg.
Soddisfatto Felice Genovese, presidente della Waterpolo Messina:
“ Abbiamo avuto l’onore di ospitare questa fase di Eurolega e siamo contenti del risultato complessivo, quello organizzativo e, ovviamente, quello strettamente agonistico, dimostrando che abbiamo un gruppo sano che può solo crescere”.
Sulla stessa lunghezza d’onda il tecnico Misiti: Abbiamo fatto un buon girone, vincendo contro le tedesche e giocando alla pari con le altre due, sulla carta più dotate. Con le spagnole ha pesato l’espulsione di Zhao, con le russe abbiamo patito un po’ la fisicità e le poche rotazioni. Sul piano del gioco abbiamo fatto bene. La qualificazione ci consentirà di fare altre esperienze e di migliorare l’amalgama considerando che la squadra gioca insieme soltanto da un paio di mesi”.

Tra le giocatrici più positive dell’intero girone c’è, ma non poteva altrimenti, il capitano delle giallorosse Federica Radicchi (foto): “ Nonostante le due sconfitte, sono contenta delle prestazioni offerte dalle mie compagne che si sono battute, lottando fino alla fine. Per molte di loro, alla prima esperienza europea, c’è da essere solo soddisfatti, orgogliosi e felici”.
TABELLINO – UGRA KHANTY M.- WP MESSINA 10-7 (2-1, 3-4, 1-1, 4-2)
Ugra Khanty Mansiysk: Pershina, Isakova 1, Kuzhileva, Shaydullina, Ermakova, Zhang 3, Koryaakina, Leonova 1, Timofeeeva 1, Zavyalova, Alogbo 1, Khokhlova 3, Stepakhina. All. Petrova.
Wp Messina: Sotireli, De Vincentiis , Bonanno, Amedeo, Brown Radicchi 3, D'Amico , Rella, Zhao 3, M. Misiti, Atigue, Mantellato 1, Celona. All. Misiti.
Arbitri: Dutilh-Dumas (Ola) e Savinovic ( Cro).
Questi i risultati del girone di Messina:
Venerdì 1/12/2017
Wp Messina-Nikar Heidelberg 17-11, Sant Andreu-Ugra Khanty Mansiysk 7-8
Ieri
Wp Messina- Sant Andreu 10-13, Ugra Khanty Mansiysk- Nikar Heidelberg 15-10
Oggi
Cn Sant Andreu- Nikar Heidelberg 17-9, Ugra Khanty Mansiysk-Wp Messina 10-7
Classifica finale Ugra Khanty Mansiysk 9, Sant Andreu 6, Waterpolo Messina 3, Nikar Heidelberg 0.

Vi informiamo che utilizziamo dei cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione. Maggiori informazioni sono sulla pagina privacy.Grazie To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information