Esordio amaro nel massimo campionato femminile per la Waterpolo Messina. Nella gara inaugurale, la squadra di Francesco Misiti è stata sconfitta 15-9 a Milano delle ex Apilongo e Gitto. Per due tempi gara piuttosto in equilibrio, dopo l’intervallo lungo, però, le meneghine hanno fatto valere il fattore campo e la panchina più lunga. Le giallorosse, adesso, avranno a disposizione due turni interni consecutivi contro altrettante formazioni liguri, il Rapallo e il Bogliasco. Soprattutto il primo match sarà indicativo perché, come quello giocato oggi, sarà uno scontro diretto per la salvezza.
Così il tecnico Francesco Misiti: “ Per due tempi siamo stati in partita. Abbiamo sbagliato troppo con l’uomo in più e, alla lunga, siamo stati puniti. Sappiamo che la nostra stagione non sarà facile. Proveremo a riscattarci.”
TABELLINO- Milano-Waterpolo Messina 15-9 (3-2, 4-4, 6-2, 2-1)
N.C. Milano: Nigro, Apilongo 1, Crudele, Gitto 2, Ranalli 4, Fisco 2, Menczinger 2 (1 rig.), Zerbone 1, Cordaro, Crevier 2, Murer, Repetto 1, Friz. All. Diblasio.
Wp Messina: Sotireli, De Vincentiis 2, Le Donne, Amedeo 2, Brown, Radicchi, D'Amico 3, Rella 1, Zhao 1 (1 rig.), Screnci. All. Misiti.
Arbitri: Guarracino e Rovida.
Superiorità numeriche: Milano 4/10 + un rigore, Messina 3/11 + un rigore.
Note: uscita per limite di falli Crevier (N) nel quarto tempo.

Esordio nel massimo campionato femminile per la Waterpolo Messina. Oggi, alle 15.00, la squadra di Francesco Misiti giocherà a Milano, in quello che sembra avere tutti i connotati di uno scontro salvezza. La formazione peloritana, quasi totalmente rinnovata, debutterà contro le ex Apilongo e Gitto. Un altro impegno difficile dopo gli incontri in Fin Cup con Ekipe Orizzonte e Cosenza. Col gruppo giallorosso c’è anche l’attaccante Daniela Rose Screnci che ha già debuttato la scorsa settimana nella partita con le silane.
Le giallorosse, guidate dal capitano Federica Radicchi, puntano molto sulla classe della cinese Zihan Zhao che nelle prime uscite ha dimostrato di possedere i numeri giusti per figurare anche nella A/1 dopo aver impressionato agli ultimi mondiali.
Così alla vigilia il tecnico Francesco Misiti: “ La prima partita è sempre un’incognita perché Milano, come noi, ha una rosa rinnovata. Cercheremo di giocare con le nostre armi, provando, però, a migliorare le ultime prestazioni offerte in Fin Cup”. Dopo la trasferta di Milano, la Waterpolo Messina giocherà un doppio turno casalingo contro Rapallo e Bogliasco.

Premio di consolazione per la Waterpolo Despar Messina che nella finale per il terzo posto batte Bogliasco 10-7 e si qualifica per la prossima Eurolega. Dopo la brutta prestazione offerta contro l’Ekipe Orizzonte, le peloritane, trascinate dalle veterane Radicchi e Aiello, si riscattano, parzialmente, centrando almeno l’obiettivo minimo.
A differenza della semifinale, la Waterpolo Despar Messina approccia il match con convinzione e determinazione, indirizzando subito la partita dalla propria parte. Nella prima frazione vanno in rete Aiello, Morvillo, in superiorità, e Radicchi. Maggi accorcia ma le peloritane allungano ancora con Kuzina e Chiappini. La Waterpolo Despar Messina ha, però, il torto di non chiudere  del tutto la partita e così, dal secondo parziale in poi, la gara diventa più equilibrata ma anche non bella per i numerosi falli in acqua. Il vantaggio della Waterpolo Despar Messina si assesta sul + 3 fino alla conclusione della terza frazione. Il Bogliasco nel quarto tempo dà fondo a tutte le energie residue e si porta sul -1 dopo le reti Dofour su rigore e Zimmerman con l’uomo in più. E mentre le liguri pregustano l’aggancio, viene fuori la classe di Aiello che da centro si inventa due grandi gol che stroncano ogni velleità. Waterpolo Despar Messina conclude la battaglia sportiva con quattro atlete in meno per raggiunto limite di falli e con Mirarchi e Sabatini in tribuna, allontanati dagli arbitri ( decisioni molto discutibili).
Questo il commento  del  tecnico giallorosso Maurizio Mirarchi: “ Dopo la brutta partita di ieri avevo chiesto una prova di carattere e così è stato. Mi sarebbe dispiaciuto finire quarti dopo il secondo posto ottenuto nella stagione regolare. Siamo arrivati alla Final Six Scudetto con poche energie dopo un campionato giocato, sostanzialmente, in otto. Faccio, comunque, i complimenti alle ragazze”.
BOGLIASCO- WP DESPAR MESSINA 7-10 (1-5, 2-1, 2-2, 2-2)
Bogliasco Bene: Falconi, Viacava, Zimmerman 2, Dufour 2 (1 rig.), Trucco, Millo, Maggi 1, Rogondino, Boero, Rambaldi Guidasci, Cocchiere 2, Frassinetti, Malara. All. Sinatra.
Waterpolo Despar Messina: Ventriglia, Begin, Gitto 2, Chiappini 1, Morvillo 1, Radicchi 2, Kuzina 1, Lopes Da Silva, Marchetti, Aiello 3, Arruzzoli, Laganà. All. Mirarchi.
Arbitri: Petronilli e Frauenfelder. Espulsi il tecnico Mirarchi e la Team Manager Sabatini nel terzo tempo. Uscite per limite di falli Begin, Kuzina, Gitto, Morvillo (M) e Dufour (B) nel quarto tempo. Sup. num.: Bogliasco Bene 3/14 + 1 rigore, Waterpolo Messina 3/8. 

La Waterpolo Despar Messina batte Milano 19-4 e conclude la stagione regolare al secondo posto, posizione che gli consentirà di cominciare dalla semifinale la Final Six Scudetto di Rapallo, in programma dall’11 al 13 maggio. Le peloritane affronteranno la vincente della sfida dei quarti tra Ekipe Orizzonte e Milano. Con i 4 gol segnati oggi, Izabella Chiappini si conferma leader delle classifica marcatrici con 62 reti. Numeri alla mano, la giocatrice brasiliana, che presto giocherà con la nazionale italiana, è stata la più grande intuizione della società di Felice Genovese.
Gara senza storia quella con Milano. L’ex Gorlero viene lasciata a riposo. Tra i pali va Rosanna mentre la Waterpolo Despar Messina conferma in porta l’ottima Laganà mentre Ventriglia ritorna in distinta. I primi due tempi sono dominati in lungo e in largo dalle giallorosse. Le peloritane segnano con Radicchi ( 2), Chiappini(3), Gitto (2) e Begin mentre le meneghine restano a secco. Solo la russa Pustynnikova trova due reti dopo l’intervallo. Troppo poco al cospetto delle padrone di casa che segnano a ripetizione, mostrando, peraltro, un’ottima condizione fisica e buona efficacia nelle conclusioni. Il divario aumenta col trascorrere dei minuti e alla fine il punteggio dice +15 con la Waterpolo Despar Messina che fa ruotare tutta la rosa. Buon minutaggio per le giovanissime Arruzzoli, Marchetti e Caravetta che coglie anche una clamorosa traversa. Le peloritane vanno alla Final Six Scudetto con un pieno d’entusiasmo, Milano si consola con l’ottima posizione raggiunta a sorpresa che gli consentirà di stare con le grandi d’Italia. Non male per una neopromossa.
Così Maurizio Mirarchi, tecnico della Waterpolo Despar Messina:  “ Questo secondo posto è un bellissimo risultato. Abbiamo avuto una stagione travagliata ma, nonostante tutto, la squadra è rimasta compatta, reagendo alle avversità. Adesso affronteremo questa semifinale con serenità e determinazione ”
TABELLINO: WP Despar Messina-Milano 19-4 ( 4-0,4-0,5-2,6-2)
WATERPOLO DESPAR MESSINA: Lagana', Begin 1, Gitto 4, Chiappini 4 (1 rig.), Morvillo 1, Radicchi 3, Kuzina 1, Lopes Da Silva 2, Marchetti, Aiello 3, Arruzzoli, Caravetta, Ventriglia. All. Mirarchi
NC MILANO: Gorlero, Zerbone, Crudele 1, Scialla, Pustynnikova 2 (1 rig.), Incarnato, Ardovino, Comba, Cordaro, Zizzo 1, Magni, Di Lernia, Rosanna. All. Diblasio
Arbitri: Lo Dico e Romolini. Uscita per limite di falli Magni (M) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Messina 5/8 + 1 rigore e Milano 2/4 + 1 rigore.
Risultati della diciottesima giornata : Sis Roma- Padova 4-15, Ekipe Orizzonte-Cosenza 9-4, Pescara-Bogliasco 4-16, Rapallo-Bologna 6-3.
Classifica: Padova 51,  Wp Despar Messina 43, Ekipe Orizzonte 41, Bogliasco 38,  Sis Roma  21, Milano 18, Cosenza 17, Bologna 15, Rapallo  14, Pescara  4.
Verdetti: Padova, Wp Despar Messina ( dalla semifinale), Ekipe Orizzonte, Bogliasco,  Sis Roma  e Milano  alla Final Six Scudetto.  Bologna e Rapallo ai play-out ( gara secca sabato prossimo) Pescara retrocesso in A/2.

La Waterpolo Despar Messina rispetta il pronostico vincendo a Pescara 18-5 contro il fanalino di coda del campionato. Grazie al successo e alla contemporanea sconfitta dell’Ekipe Orizzonte a Bogliasco, le peloritane hanno aumentato il vantaggio sul terzo posto, adesso occupato, ex aequo, da etnee e liguri. Dopo la sosta pasquale, la Waterpolo Despar Messina affronterà proprio il Bogliasco in casa. Successivamente Padova fuori, e chiuderà la fase regolare alla piscina Cappuccini contro Milano. Il successo delle giallorosse è maturato già nel primo parziale concluso con cinque gol di vantaggio. Poi la squadra di Mirarchi ha gestito senza problemi punteggio ed energie, sfoderando una buona prestazione.
La Waterpolo Despar Messina non sbaglia l’approccio e segna tre gol con Chiappini su rigore, Morvillo e Kuzina. Pescara spezza l’egemonia peloritana con l’ex Apilongo ma la frazione si chiude con la doppietta di Kuzina e la rete di Chiappini. Gara virtualmente già chiusa che la Waterpolo Despar Messina conduce fino al 10-1 con la tripletta della nazionale Rosaria Aiello e con Kuzina. Le abruzzesi rispondono con De Vincenti e Apilongo.  Dopo l’intervallo lungo la musica è sempre la stessa, con Aiello che ne mette dentro altri tre. Le peloritane allungano il divario con Radicchi, Gitto e Chiappini. Pescara segna sul finale di terza frazione con Colletta che, poi,  apre con un gol  l’ultima frazione. La Waterpolo Despar Messina mette il sigillo, con la settima rete personale di Aiello e con Chiappini, sempre più leader della classifica marcatrici.
Soddisfatto il tecnico peloritano Maurizio Mirarchi: “Abbiamo giocato una buona partita, in attacco e in difesa. Volevo una reazione dopo la
finale di coppa Italia e la squadra ha dato risposta. Adesso facciamo una settimana di allenamento e, dopo la sosta, prepareremo  la sfida casalinga con il Bogliasco”. Lunedì prossimo la Waterpolo Despar Messina parteciperà al 165esimo anniversario della festa della polizia che, dalle 10.00, si svolgerà al teatro Vittorio Emanuele. A metà settimana Aiello, Radicchi e Chiappini si alleneranno con la nazionale italiana in vista dell’ultimo impegno di World League del Setterosa ad Avezzano contro l’Ungheria del 18 aprile.
TABELLINO-  Pescara-Wp Despar Messina 5-18 ( 1-6, 2-4, 1-6, 1-2 )
PESCARA: Nigro, Apilongo 2, Vidonis, Invernizi, Ranalli, Koide, Giordano, Cellucci, Perna 1, De Vincentiis, Colletta 2, Di Berardino, Maiorino. All. Gobbi
WP DESPAR MESSINA: Ventriglia, Begin, Gitto 1, Chiappini 4 (1 rig.), Morvillo 1, Radicchi 1, Kuzina 4, Marchetti, Aiello 7, Arruzzoli, Lagana'. All. Mirarchi
Arbitri: Cataldi e Riccitelli. Uscite per limite di falli Ranalli (P) e Gitto (M) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Pescara 2/10, Messina 6/10+ 1 rigore.
Risultati  della quindicesima  giornata : Padova- Rapallo 11-2, Bogliasco- Ekipe Orizzonte 11-9 , Sis Roma-Bologna 9-10, Milano-Cosenza 6-8
Classifica: Padova 42,  Wp Despar Messina 37, Ekipe Orizzonte* e Bogliasco 32,  Sis Roma  18*, Milano 15, Bologna 12, Rapallo e Cosenza 11, Pescara  4.
*Una gara in meno.
Prossimo turno (22/04/2017): Wp Despar Messina-Bogliasco, Ekipe Orizzonte- Padova, Sis Roma- Pescara, Rapallo- Milano, Bologna- Cosenza.

Padova si conferma tabù per la Waterpolo Despar Messina (terza sconfitta in altrettante finali). Le venete superano 14-5 la squadra di Mirarchi e si sono portano a casa, meritatamente, la Coppa Italia così come avevano fatto nella città dello Stretto due anni fa. Partita mai in bilico, con la formazione di Posterivo in controllo e autostima sin dalle battute iniziali. Le peloritane pagano a caro prezzo i troppi errori in superiorità e le rotazioni limitate a disposizione del tecnico.
Nella prima frazione Padova è devastante, segna quattro gol con Galardi (doppietta), Ilaria Savioli e Barzon e lascia le briciole alla Waterpolo Despar Messina. La sostanza non cambia neanche nella seconda frazione anche se le peloritane vanno, finalmente, a segno con Chiappini e Gitto. Padova nel tempo della verità pigia ancora sull’acceleratore andando in gol con Millo e Queirolo che realizzano una doppietta a testa. A giochi fatti, la Waterpolo Despar Messina rialza la testa e si toglie la soddisfazione di vincere l’’ultimo tempo con i i due gol di Chiappini, ben marcata per tutta la partita, e Kuzina.
Così a fine gara il tecnico peloritano Maurizio Mirarchi: “ Purtroppo abbiamo cominciato male, era quello che volevamo evitare per fare un altro tipo di partita. E alla fine inseguire il punteggio si paga in termini salati. Alle ragazze non ho nulla da rimproverare, hanno lottato e dato quello che potevano. E’ la terza finale che raggiungiamo sotto la mia gestione, comunque un traguardo di cui andare orgogliosi per costruire un futuro migliore”.
TABELLINO-  PADOVA- WP DESPAR MESSINA 14-5 (4-0, 4-2, 4-0, 2-3)
Plebiscito Padova: Teani, Barzon 3, Ilaria Savioli 1, Gottardo, Martina Savioli, Queirolo 2, Alessia Millo 3, Dario 1, Galardi 2, Robinson 2, Nencha, Casson, Franceschino. Coach. Posterivo
Despar Messina: Ventriglia, Begin, Gitto 1, Chiappini 3, Morvillo, Radicchi, Kuzina 1, Marchetti, Rosaria Aiello, Arruzzoli, Laganà. Coach. Mirarchi
Arbitri: Ferrari e Taccini.
Superiorità numeriche: Plebiscito 3/5 + un rigore, Messina 2/8.
Note: in tribuna il commissario tecnico del Setterosa Fabio Conti.

Prima domina, poi subisce il ritorno delle avversarie ma alla fine vince grazie alla fuoriclasse Iza Chiappini che, a 33 secondi dalla conclusione, spedisce il pallone nell’angolo dove il portiere Riccardi non può arrivare per una sentenza che diventa inappellabile. La Waterpolo Despar Messina batte la Sis Roma 13-12 e si conferma al secondo posto in classifica e può preparare la Final Six di Coppa Italia, in programma il prossimo fine settimana al centro federale di Ostia, con uno spirito certamente più sereno anche se oggi, per troppa sicurezza, ha rischiato di gettare al vento la vittoria.
La Sis Roma parte bene con Fabbri ma la reazione delle padrone di casa è veemente. Vanno in gol Begin, Radicchi e Kuzina. Gual dimezza lo svantaggio ma Kuzina e Chiappini su rigore mandano la Waterpolo Despar Messina sul + 3. Divario che permane anche nel secondo parziale, contraddistinto dai due penalty concessi alle capitoline e trasformati dall’implacabile Gual. Dopo l’intervallo lungo le peloritane allungano lo scarto con Gitto e Aiello. Con cinque reti di vantaggio sembra finita ma la Sis Roma ha il merito il non mollare e con Picozzi, Gual ( ancora doppio rigore in mezzo alla marcatura di Radicchi) e Tankeeva si
riporta a -2. Marani in apertura di ultimo parziale indovina l’angolo e la squadra di Formiconi comincia a sperare nella clamorosa rimonta stoppata da un rigore di Chiappini. La Sis accorcia ancora con Gual e a 48 secondi dalla fine trova anche il pari in superiorità con Veronica Mirarchi, figlia dell’allenatore della Waterpolo Despar Messina, che concretizza lo schema nonostante la difesa arcigna delle messinesi. Lo “scherzo” in famiglia, però, dura poco grazie a Chiappini che, con una conclusione secca, da posto quattro, non lascia scampo al portiere romano. E’ la rete del 13-12 che consegna alle peloritane una vittoria meritata al di là della sofferenza finale.
Così Maurizio Mirarchi, coach della Waterpolo Despar Messina: “Abbiamo giocato bene per due tempi, poi un calo di concentrazione stava per compromettere il risultato. La squadra ha reagito bene nel momento di difficoltà, riuscendo alla fine a vincere la partita”. Intanto da domani Aiello e Radicchi si aggregheranno alla nazionale italiana di Fabio Conti impegnata in Francia in una gara di World League. A metà settimana
torneranno in sede e si uniranno alla squadra che, nel frattempo, comincerà a preparare la Final Six di Coppa Italia, manifestazione alla quale la società del presidente Felice Genovese tiene particolarmente.
TABELLINO- Wp Despar Messina-Sis Roma 13-12 ( 5-2,3-3,3-4,2-3)
Wp Despar Messina: Ventriglia, Begin 1, Gitto 1, Chiappini 3 (2 rig.), Morvillo, Radicchi 2, Kuzina 3, Lopes Da Silva 1, Marchetti, Aiello 2, Arruzzoli, Laganà. All. Mirarchi M.
Sis Roma: Riccardi, Gual 6 (4 rig.), Mirarchi V. 1, Marani 1, Giovannangeli, Tankeeva 1, Picozzi 2, Sinigaglia, Fabbri 1, Mandelli, Giachi, Rovetta, Brandimarte. All. Formiconi.
Arbitri: L. Bianco e Ferrari.

Sup. num.: Messina 3/8 + 2 rigori, Sis Roma 3/8 + 4 rigori.Uscita per limite di falli Giachi (S) nel terzo tempo.
Risultati della quattordicesima giornata : Cosenza- Padova 3-9, Ekipe Orizzonte- Pescara 11-9, Rapallo- Bogliasco 5-9, Bologna- Milano 5-6.
Classifica: Padova 39, Wp Despar Messina 34, Ekipe Orizzonte 32*, Bogliasco 29, Sis Roma 18*, Milano 15, Rapallo 11, Bologna 9, Cosenza 8, Pescara 4. *Una gara in meno.
Prossimo turno (08/04/2017): Pescara- Wp Despar Messina, Padova- Rapallo, Bogliasco- Ekipe Orizzonte, Sis Roma-Bologna, Milano-Cosenza.

Dopo aver battuto il Bologna, la Waterpolo Despar Messina cerca il successo anche oggi alle 15.00, contro la Sis Roma nel secondo dei due turni casalinghi consecutivi previsti dal calendario. La squadra peloritana affronterà un avversario tecnicamente più forte rispetto alle felsinee, già superato all’andata con una prova di personalità. Tra le curiosità la sfida in famiglia tra l’allenatore messinese Maurizio Mirarchi e la figlia Veronica che, da anni, gioca con le capitoline. Nessun problema di formazione per la Waterpolo Despar Messina che vuole arrivare in forma agli appuntamenti clou della stagione, le Final Six di Coppa Italia, in programma a fine marzo a Ostia, e scudetto ( a Rapallo a metà maggio).
Così Maurizio Mirarchi, coach della Waterpolo Despar Messina: “Sappiamo di affrontare una buona squadra, ma siamo determinati e consapevoli. Vogliamo fare bene per poi concentrarci sulla finale di Coppa Italia”.
Gare della quattordicesima  giornata : Cosenza- Padova, Ekipe Orizzonte- Pescara, Rapallo- Bogliasco, Bologna- Milano
Classifica: Padova 36,  Wp Despar Messina 31, Ekipe Orizzonte 29*, Bogliasco 26,  Sis Roma  18*, Milano 12, Rapallo 11, Bologna  9,  Cosenza 8, Pescara  4. *Una gara in meno.
Prossimo turno (08/04/2017): Pescara- Wp Despar Messina- Padova- Rapallo, Bogliasco- Ekipe Orizzonte, Sis Roma-Bologna, Milano-Cosenza.






















La Waterpolo Despar Messina supera Bologna 13-5, centra la qualificazione aritmetica alla Final Six Scudetto di Rapallo, in programma a metà maggio, e riscatta la sconfitta di Catania. La squadra peloritana, approfittando del rinvio del match tra Sis Roma ed Ekipe Orizzonte, ritrova, peraltro, il secondo posto in classifica. Partita semplice quella giocata alla piscina Cappuccini contro le felsinee, messe a dura prova dalla forza dell’avversario e da un viaggio avventuroso per la chiusura dell’aeroporto di Catania che ha costretto la formazione di Giacomo Grassi ad atterrare a Comiso ( quasi 200 Km da Messina).
In più Bologna deve anche fare i conti con l’assenza di una delle migliori, la brasiliana Abla costretta al forfait per la frattura di un dito del piede destro. Nel primo parziale, le emiliane vengono colpite ed affondate dalle padrone di casa in rete con Gitto, Kuzina ( in superiorità), Aiello e Chiappini. Serie interrotta da Budassi. Poi ancora Chiappini, in giornata di vena, e Verducci fissano il punteggio sul 5-2. La Waterpolo Despar Messina non pigia sull’acceleratore ma nel secondo tempo trova altri due gol di Chiappini. Bologna fallisce l’opportunità di rientrare in partita quando sul 6-3, Verducci fallisce il rigore facendosi ipnotizzare da Ventriglia.  Senza storia gli altri due parziali. Da annotare la doppietta di Morvillo e le altre due marcature di Chiappini, sempre più leader della classifica cannonieri.
Così Maurizio Mirarchi, coach della Waterpolo Despar Messina: “ Era importate riprendere il campionato con una vittoria. Abbiamo disputato una buona partita difensiva e in attacco abbiamo costruito buone giocate”
TABELLINO- Waterpolo Despar Messina-Bologna 13-5 ( 5-2, 2-1,3-0, 3-2)
Despar Messina: Ventriglia, Begin, Gitto 1, Chiappini 6, Morvillo 2, Radicchi, Kuzina 1, Lopes Da Silva 1, Marchetti, Aiello 2, Arruzzoli, Laganà. All. Mirarchi.
R.N. Bologna: Sparano, Monteiro Abla, Verducci 2, Mina, Rendo, Fisco, D'amico, Manzoni 1, Udoh, Budassi 1, Centanni 1, Lenzi. All. Grassi.
Arbitri: Riccardo D’Antoni e Giorgia Filippini. Sup. num.: Messina 5/10 e Bologna 5/8 + 1 rigore.
Note: Uscite per limite di falli Gitto (M), Fisco e Budassi (B) tutte nel quarto tempo.
Risultati  della tredicesima  giornata : Padova- Milano 12-3, Sis Roma- Ekipe Orizzonte rinviata, Bogliasco- Cosenza 10-8, Pescara-Rapallo 5-8
Classifica: Padova 36,  Wp Despar Messina 31, Ekipe Orizzonte 29,   Bogliasco 26,  Sis Roma  18,  Milano 12, Rapallo 11, Bologna  9, e Cosenza 8, Pescara  4.
Prossimo turno (25/03/2017): Wp Despar Messina-Sis Roma, Cosenza- Padova, Ekipe Orizzonte- Pescara, Rapallo- Bogliasco, Bologna- Milano.

Non è la madre di tutte le partite ma il match di Catania tra la Waterpolo Despar Messina e l’Ekipe Orizzonte ha tutti i connotati di uno spareggio per il secondo posto che alla conclusione della stagione regolare consentirà alla squadra che lo raggiungerà di cominciare, dalla semifinale, la Final Six Scudetto, in programma a Rapallo dal 11 al 13 maggio. Domani alle 15.00, diretta streaming su Waterpolo Channel, etnee e peloritane si affronteranno per l’ennesima volta dopo i tanti incroci in UnipolSai Cup, campionato e Coppa Italia. Squadre che si conoscono a memoria, nei pregi e nei difetti, proprio per questo motivo alla Waterpolo Despar Messina servirà una prestazione speciale per uscire imbattuta dalla “Scuderi”.

E una sfida nella sfida la giocheranno Chiappini ed Eggens le due migliori realizzatrici del campionato femminile, e le tante ex, Aiello, Radicchi, Begin e Garibotti, che fanno da contorno alla gara. Così Maurizio Mirarchi, coach della Waterpolo Despar Messina: “ Giocheremo una delle partite più importanti della stagione e dobbiamo affrontarla con grande energia, determinazione e coraggio. Sappiamo che non sarà facile, dovremo battagliare dal primo all’ultimo secondo, ma sono sicuro che tutte le ragazze saranno concentrate e daranno il massimo per vincere la sfida”.

Gare della dodicesima giornata : Bologna- Padova, Milano-Bogliasco, Rapallo -Sis Roma, Cosenza-Pescara.

Classifica: Padova 30, Wp Despar Messina 28, Ekipe Orizzonte 26, Bogliasco 20, Sis Roma 15, Milano 12, Bologna 9, Rapallo e Cosenza 8, Pescara 1.

Prossimo turno (18/03/2017): Wp Despar Messina- Bologna, Padova- Milano, Sis Roma- Ekipe Orizzonte, Bogliasco- Cosenza, Pescara-Rapallo.

 

Vi informiamo che utilizziamo dei cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione. Maggiori informazioni sono sulla pagina privacy.Grazie To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information