Ha preso avvio stamani l'attesissimo G7 in una Taormina blindata e surreale. Grande attesa per l'esordio ufficiale dei sette protagonisti del summit che sul suggestivo palcoscenico del Teatro Antico hanno fatto la loro prima apparizione in pubblico. A fare gli onori di casa è stato il  Presidente del Consiglio italiano Paolo Gentiloni che ha accolto i prestigiosi ospiti del 43° vertice.
A salire sul palco per primo il Presidente della Commissione Europea, Jean-Claude Juncker, seguito dal Presidente del Consiglio europeo Donald Tusk, entrambi ospiti fissi del G7; ad aprire la passarella dei sette leader è stato il Primo Ministro giapponese Shinzō Abe seguito, in ordine, dal Primo Ministro inglese Theresa May, dal Cancelliere tedesco Angela Merkel, dal giovane Primo Ministro canadese Justin Trudeau, dal Presidente francesce Emmanuel Macron e, in chiusura, dal Presidente statunitense Donald Trump.
"Al G7 chiediamo risultati, sappiamo che non sarà un confronto semplice ma lo spirito di Taormina ci può aiutare nella direzione giusta", ha detto Gentiloni in un videomessaggio dal teatro greco a pochi minuti dall'inizio. "La straordinaria storia e bellezza che ci circonda credo possa dare un contributo molto importante ai leader del G7 e aiutare la comunità internazionale a dare risposte ai cittadini: sul terrorismo e sicurezza faremo una dichiarazione importante" e si affronteranno i temi del "cambiamento climatico, dei grandi flussi migratori e del commercio mondiale dal quale dipendono tanti posti di commercio nel mondo".  Sotto la sorveglianza di ingenti forze dell'ordine, il centro storico di Taormina. Al'inizio mancava Donald Trump, verosimilmente per ragioni di sicurezza, che li ha raggiunti sul belvedere. Poi l'ultima breve passeggiata fino al San Domenico Palace, che ospita i lavori. I sei insieme, Trump da solo. La passeggiata in centro riassume emblematicamente le posizioni di questo G7. Il presidente degli Stati Uniti non ha ancora deciso la sua posizione sull'accordo di Parigi sul clima, e non appare in sintonia con i colleghi sulla questione dei migranti. Primi screzi con gli alleati europei sono apparsi ieri al Vertice Nato di Bruxelles: Trump ha ricordato l'impegno preso a Glasgow dagli alleati di spendere per la difesa fino al 2% del pil e non ha voluto impegnarsi per la mutua difesa in seno all'Alleanza. Inoltre Der Spiegel sostiene che l'inquilino della Casa Bianca abbia definito i tedeschi "cattivi", visto il loro surplus commerciale.

 

"Spero che sia possibile una soluzione pacifica con la Corea del Nord". Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti Donald Trump in brevi commenti alla Cnn. La Corea del Nord, ha aggiunto, "deve però comportarsi bene".

Il presidente americano Donald Trump e il premier giapponese, Shinzo Abe, si impegnano a collaborare sulla "minaccia posta dalla Corea del Nord". Lo afferma la Casa Bianca riferendo di un colloquio telefonico fra i due leader. Abe ha anche espresso il suo appoggio agli Stati Uniti per il raid in Siria e i due leader hanno preso l'impegno di "mostrare determinazione nella risposta alle azioni brutali di Assad".

L'amministrazione Trump ha chiesto a 46 procuratori dell'era Obama, incluso il potente procuratore di Manhattan Preet Bharara, di lasciare immediatamente gli incarichi. I "licenziamenti" sono arrivati a sorpresa. L'iniziativa di Trump non è senza precedenti. Il presidente Bill Clinton aveva licenziato tutti e 93 procuratori nella stessa giornata.

Dietro le fughe di notizie che hanno caratterizzato il primo mese di presidenza di Donald Trump ci sarebbe l'ex presidente Barack Obama: ne è convinto l'attuale inquilino della Casa Bianca, che ha accusato il suo predecessore durante un'intervista televisiva. Trump ha accusato Obama anche di essere responsabile dell'organizzazione delle proteste contro i repubblicani in varie città americane.

L'amministrazione Trump starebbe valutando se gli Stati Uniti debbano abbandonare il Consiglio dei diritti umani delle Nazioni Unite, accusato di essere parziale nei confronti di Israele e criticato per aver ammesso governi responsabili di abusi. Fonti anonime hanno precisato che gli Stati Uniti parteciparanno alla prossima sessione del Consiglio, ma ci si si sta interrogando sul valore della partecipazione Usa al Consiglio per i diritti umani.

"Non parteciperò alla cena dell'associazione dei corrispondenti della Casa Bianca quest'anno". Lo ha annunciato su Twitter Donald Trump, confermando così ancora una volta il suo rapporto conflittuale con i giornalisti. Il presidente ha poi augurato sarcasticamente a tutti "una buona serata".

Il presidente americano, Donald Trump, si difende sull'inventato attacco in Svezia. "La mia dichiarazione su quanto accaduto faceva riferimento a una storia trasmessa da Fox News riguardante gli immigrati e la Svezia", ha scritto Trump su Twitter, dopo le critiche ricevute per aver inventato un attacco mai avvenuto. Si tratterebbe di un servizio andato in onda venerdì sera sulle presunte violenze dei rifugiati in Svezia.

L'ambasciata svedese a Washington ha chiesto al Dipartimento di Stato americano spiegazioni sulle affermazioni del presidente Donald Trump, che nel corso di un comizio ha fatto riferimento ad un presunto attacco terroristico in Svezia, mai avvenuto. "Stiamo cercando di avere chiarezza", ha affermato la portavoce del ministero degli Esteri svedese, Catarina Axelsson.

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, sta lavorando a un nuovo bando sugli ingressi nel Paese per i cittadini di sette Paesi a maggioranza musulmana. La decisione è stata presa dopo le sconfitte subite in tribunale dalla prima versione. Il nuovo testo dovrebbe assicurare che nessuno in transito resti "bloccato" nel sistema, consentendo l'ingresso in America a chi ha la carta verde. Trump: "Entrerà solo chi ci ama".

Vi informiamo che utilizziamo dei cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione. Maggiori informazioni sono sulla pagina privacy.Grazie To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information