Senza strafare la Waterpolo Despar Messina supera il Pescara per 16-4 e mantiene la leadership del massimo torneo femminile. La squadra peloritana, assecondando il pronostico della vigilia, ha fatto valere la migliore consistenza tecnica al cospetto della volenterosa matricola abruzzese. Adesso la lunga sosta del campionato. Il 21 gennaio la Waterpolo Despar Messina scenderà in vasca a Bogliasco ma prima dovrà onorare altri impegni, l’UnipolSai Cup, la prossima settimana alla piscina Cappuccini sono in programma le gare di ritorno con Ekipe Orizzonte e Cosenza, la qualificazione al secondo turno di Eurolega, ad inizio dicembre, e la Coppa Italia prevista a gennaio. La società del presidente Felice Genovese ha cominciato bene la stagione e conta di finirla nel migliore dei modi.

Le padrone di casa non falliscono l’approccio al match e si portano sul doppio vantaggio con Aiello e Kuzina. La cinese Zhang accorcia le distanze nella prima azione in superiorità, ma Kuzina e Morvillo vanno ancora a segno. Perna chiude il primo parziale sul 4-2. Nel secondo Chiappini manda sulla traversa un rigore ma la brasiliana si rifà subito dopo infilando Nigro. Kuzina realizza il primo gol in superiorità delle peloritane che incassano la rete di Vidonis ma chiudono con il rigore di Lopes Da Silva e il centro di Begin, che a 45 anni ( probabilmente un record per la serie A/1 femminile), si toglie lo sfizio di segnare ancora. Dopo l’intervallo lungo, il Pescara non riesce ad incidere dalle parti di Ventriglia e comincia il monologo siciliano. La Waterpolo Despar Messina segna, tra il terzo e il quarto tempo, sette gol consecutivi. A spezzare la serie è Perna che trafigge Laganà, mandata in campo dal tecnico Mirarchi nell’ultimo parziale.

Chiappini segna un rigore ma Nigro gliene para un altro poco dopo. Finisce 16-4, la Waterpolo Despar Messina centra l’obiettivo senza affanni mentre il Pescara esce con l’onore delle armi anche se l’ex Apilongo, la migliore marcatrice delle abruzzesi, è rimasta a secco.

Soddisfatto il tecnico Maurizio Mirarchi: “ Avevo chiesto che non ci fossero cali di tensione e così è stato. La squadra è rimasta concentrata ed ha giocato con la giusta intensità, gestendo la gara sin da subito. Dalla prossima settimana cominceremo a lavorare in vista della UnipolSai Cup e degli impegni europei”.

TABELLINO- Wp Despar Messina-Pescara 16-4 ( 4-2,4-1,3-0, 5-1)

Wp Despar Messina: Ventriglia, Begin 1, Gitto 1, Chiappini 2 (1 rig.), Morvillo 1, Radicchi 1, Kuzina 3, Lopes 3 (1 rig.), Marchetti, Aiello R. 2, Arruzzoli, Bosurgi 2, Laganà. All. Mirarchi.

Pescara: Nigro, Apilongo, Vidonis 1, Invernizi, Ranalli, Koide, Cellucci, Giordano, Perna Ve. 2, De Vincentiis F., Colletta, Zhang 1, Maiorino. All. Cianfrone.

Arbitri: D’ Antoni e Lo Dico. Sup. num.: Messina 4/11 + 4 rigori, Pescara 3/9. Note: uscite per limite di falli Koide (P) nel terzo e Perna (P) nel quarto tempo. Chiappini (M) ha fallito due rigori: il primo dopo 19" del secondo periodo (traversa) e l'altro nel finale di partita (parato da Nigro).

Risultati della sesta giornata: Rapallo- Padova 6-9, Ekipe Orizzonte-Bogliasco 11-7, Bologna-Sis Roma 9-10 , Cosenza-Milano 7-7.

Classifica: Wp Despar Messina 16, Padova 15, Ekipe Orizzonte 14, Sis Roma 13, Bogliasco 11, Milano 5, Rapallo e Cosenza 4, Bologna 3, Pescara 0

Prossimo turno (21/01/2017): Bogliasco-Wp Despar Messina, Padova- Ekipe Orizzonte, Milano- Rapallo, Pescara-Sis Roma, Cosenza- Bologna.

 

La Waterpolo Despar Messina supera a pieni voti anche l’esame Sis Roma e conferma nella capitale il suo ottimo momento di forma. La squadra di Maurizio Mirarchi vince per 16-9 una gara che l’ha vista sempre avanti nel punteggio e si conferma in testa alla classifica, questa volta da sola, approfittando del pareggio casalingo del Bogliasco. Match sempre in mano alle peloritane che hanno reso facile una partita che alla vigilia nascondeva qualche insidia visto lo straordinario ruolino della Sis. Per la società del presidente Felice Genovese un inizio di stagione coi fiocchi che dovrà trovare conferme nei prossimi impegni italiani ed europei. Sugli scudi le medagliate d’argento di Rio, Aiello e Radicchi, in gol per quattro volte a testa. Bene anche Gitto, autrice di una tripletta.

La Waterpolo Despar Messina parte a tutta velocità e si porta sul 2-0 con le prodezze di Rosaria Aiello, sempre devastante al centro. Gual in superiorità accorcia le distanze ma Chiappini su rigore e Radicchi allungano le distanze. Nel secondo parziale la musica non cambia e le peloritane colpiscono ancora con Gitto, con una doppietta di Radicchi e con Bosurgi. La Sis Roma viene tenuta a galla dalla doppietta di Fabbri ma la differenza tecnico-tattica, tra le due squadre appare evidente. La Waterpolo Despar Messina si conferma padrona del match anche dopo l’intervallo lungo con Gitto, Radicchi e Aiello. In una delle poche sbavature difensive Tankeeva “buca” Ventriglia. Piccolo passaggio a vuoto delle peloritane, peraltro fisilogico, all’inizio dell’ultimo parziale quando Sinigaglia, Giovannangeli e Marani riportano la Sis Roma sul – 4. La gara si fa spigolosa ma il rigore di Chiappini placa subito gli animi. Poi Aiello, Gitto e la doppietta di Da Silva. Per le romane segnano Gual e Mandelli che fissa il finale sul 16-9. In casa Mirarchi a gioire è solo papà Maurizio che ha vinto nettamente il derby con la figlia Veronica. Il tecnico messinese può essere soddisfatto per il gioco espresso dalla squadra, per le azioni in superiorità e per il primato in classifica.

Così l’allenatore peloritano al termine della partita: “ Abbiamo giocato bene, di squadra, confermando la crescita delle ultime settimane. Adesso non dobbiamo accontentarci ma cercare di migliorare quando di buono fatto finora. Non pensiamo al primo posto quanto a lavorare per confermarci ad alti livelli”.

TABELLINO- Sis Roma-Wp Despar Messina 9-16 ( 1-4,2-4,1-3, 5-5)

Sis Roma: Riccardi, Gual 2, Mirarchi, Marani 1, Giovannangeli 1, Tankeeva 1, Picozzi, Sinigaglia 1, Fabbri 2, Mandelli 1, Giachi, Nardini, Messina. All. Formiconi.

Wp Despar Messina: Ventriglia, Begin, Gitto 3, Chiappini 2 rig., Morvillo, Radicchi 4, Kuzina, Lopes 2, Aiello R. 4, Bosurgi 1, Laganà. All. Mirarchi.

Arbitri: Collantoni e Romolini. Uscite per limite di falli Morvillo e Bosurgi (M) nel quarto tempo. Espulse Fabbri (S) per proteste nel terzo tempo, Marani (S) per brutalità nel quarto tempo. Espulso l'allenatore della Sis Formiconi per proteste nel quarto tempo. Superiorità numeriche: SIS 3/12, Messina 7/9 + due rigori. 

Gare della quinta giornata: Bogliasco- Rapallo 8-8, Padova- Cosenza 14-6, Pescara-Ekipe Orizzonte Ct 8-16, Milano- Bologna 4-8.

Classifica: Wp Despar Messina 13, Padova 12, Bogliasco ed Ekipe Orizzonte 11, Sis Roma 10, Rapallo e Milano 4, Bologna e Cosenza 3, Pescara 0.

 

Prossimo turno (19/11/2016): Wp Despar Messina - Pescara, Ekipe Orizzonte-Bogliasco, Bologna-Sis Roma, Rapallo- Padova, Cosenza-Milano.

 

Sfida al vertice per la Waterpolo Despar Messina che, oggi 12 novembre alle 16.30, arbitri Collantoni e Romolini, diretta streaming su Sportube e sul sito della Federnuoto, affronterà a Roma la Sis, formazione rivelazione del massimo campionato femminile, in testa alla classifica, come le peloritane, dopo quattro giornate. Tra le curiosità della partita, il confronto in famiglia tra il tecnico messinese Maurizio Mirarchi e la figlia Veronica, uno dei punti di forza della squadra capitolina. In palio c’è il primo posto, con tutti i risvolti psicologici che una gara del genere può avere sul breve e lungo periodo. Nessun problema di formazione per la Waterpolo Despar Messina che la trasferta romana ha convocato undici atlete. Così alla vigilia del match il tecnico peloritano, Maurizio Mirarchi: “ Arriviamo a questa partita con il morale alto, forti di una striscia di risultati positivi ed è chiaro che quando si forniscono prestazioni convincenti si lavora bene durante la settimana. Anche contro la Sis dobbiamo, quindi, mantenere il nostro standard di gioco e di attenzione, confermando, così, la continua crescita del nostro gruppo. Per me e mia figlia sarà una gara speciale anche se non è la prima volta”.

Gare della quinta giornata: Bogliasco- Rapallo, Padova- Cosenza, Pescara-Ekipe Orizzonte Ct, Milano- Bologna.

Classifica: Wp Despar Messina, Sis Roma e Bogliasco 10 , Padova 9,

Ekipe Orizzonte 8, Milano 4, Cosenza e Rapallo 3, Pescara e Bologna 0.

Prossimo turno (19/11/2016): Wp Despar Messina - Pescara, Ekipe Orizzonte-Bogliasco, Bologna-Sis Roma, Rapallo- Padova, Cosenza-Milano.

 

La Waterpolo Despar Messina supera a domicilio il Bologna per 13-6 e riagguanta, seppur in condominio con altre due formazioni, il primo posto in classifica. Obiettivo raggiunto per la squadra peloritana che a metà gara molla gli ormeggi facendo valere la migliore qualità tecnica nei confronti del fanalino di coda della massima serie, iscrivendo nel tabellino delle marcatrici ben otto delle nove giocatrici di movimento impiegate dal tecnico Maurizio Mirarchi. Sabato prossimo l’atteso confronto a Roma contro la rivelazione Sis ma la società del presidente Felice Genovese è sulla strada giusta per confermarsi tra le protagoniste della stagione.

La Waterpolo Despar Messina parte bene con Radicchi e Kuzina ma deve incassare il ritorno delle felsinee che pareggiano con Monteiro Abla e Budassi, reti realizzate entrambe in superiorità. Il capitano Bosurgi riporta avanti le giallorosse che aprono bene anche il secondo parziale con Aiello. Fisco riduce le distanze ma poi la Waterpolo Despar Messina, tra la fine della frazione e dopo l’intervallo lungo, prende il largo con Morvillo, Chiappini, doppietta per lei, Kuzina e Aiello. E’ il colpo di grazia per la squadra di Grassi che chiude il terzo tempo con le reti di Monteiro Abla e Fisco inframmezzate dal centro di Gitto. Nell’ultimo parziale Lopes Da Silva segna il primo gol in campionato, Aiello firma la tripletta personale e Morvillo una doppietta. Per Bologna realizza l’ex Acquachiara Centanni.

Così il tecnico della Waterpolo Despar Messina, Maurizio Mirarchi: “ Ho visto cose positive, in attacco, dove abbiamo realizzato con buone percentuali l’uomo in più, e in difesa. Ripartiremo da qui e da lunedì penseremo alla sfida con la Sis Roma”.

TABELLINO – R.N.BOLOGNA-WP DESPAR MESSINA 6-13 (2-3, 1-3, 2-4, 1-3)

R.N. BOLOGNA: Sparano F. , Monteiro Abla 2, Verducci M. , Mina A. , Rendo G. , Fisco M. 2, D'amico M. , Manzoni G. , Udoh A. , Budassi M. 1, Centanni S. 1, Lenzi V. , Fiorini . All. Grassi

WP DESPAR MESSINA: Ventriglia A. , Begin J. , Gitto U. 1, Chiappini I. 2, Morvillo A. 2, Radicchi F. 1, Kuzina S. 2, Lopes Da Silva C. 1, Aiello R. 3, Bosurgi S. 1, Lagana' S. . All. Mirarchi

Arbitri: Fusco e Zedda. Uscite per limite di falli Budassi (B) nel terzo e Kuzina (M) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Bologna 4/11 e Messina 5/9 + un rigore fallito (palo).

Risultati della quarta giornata: Ekipe Orizzonte- Sis Roma 16-16, Cosenza-Bogliasco 3-7, Milano-Padova 2-7, Rapallo-Pescara 12-11

Classifica: Wp Despar Messina, Bogliasco e Sis Roma 10 , Padova 9,

Ekipe Orizzonte 8, Milano 4, Cosenza e Rapallo 3, Pescara e Bologna 0.

Prossimo turno (12/11/2016): Sis Roma-Wp Despar Messina, Bogliasco- Rapallo, Padova- Cosenza, Pescara-Ekipe Orizzonte Ct, Milano- Bologna.

 

Trasferta a Bologna, oggi alle 15.00, per la Waterpolo Despar Messina nel primo impegno di un doppio turno esterno consecutivo. Contro l’ultima della classe, le peloritane vogliono dare un seguito ai brillanti risultati di inizio stagione. Dopo il pari nel derby con l’Ekipe Orizzonte, la squadra giallorossa riparte dalla piazza d’onore con l’obiettivo di mettere a frutto i prossimi tre turni a cominciare proprio dalla gara nella città felsinea. Undici le atlete convocate per la sfida di Bologna. Tra le avversarie spicca la presenza di una ex, il portiere Loredana Sparano. Il tecnico Maurizio Mirarchi non nasconde le insidie di questa trasferta: “ Affronteremo questa partita con lo stesso impegno e attenzione delle precedenti. Rimango fiducioso perché vedo applicazione e partecipazione negli allenamenti settimanali. E di conseguenza mi aspetto conferme sul piano del gioco”.

Gare della quarta giornata: Ekipe Orizzonte- Sis Roma, Cosenza-Bogliasco Milano-Padova, Rapallo-Pescara.

Classifica: Sis Roma 9, Wp Despar Messina, Bogliasco, Ekipe Orizzonte 7, Padova 6, Milano 4, Cosenza 3, Pescara, Rapallo, Bologna 0.

Prossimo turno (12/11/2016): Sis Roma-Wp Despar Messina, Pescara-Ekipe Orizzonte Ct, Bogliasco- Rapallo, Padova- Cosenza, Milano- Bologna.

 

Il derby siciliano non ha deluso le attese della vigilia. La Waterpolo Despar Messina accarezza il sogno della vittoria che sfiora se la traversa, sul filo della sirena, non avesse detto di no all’ultimo tiro di Ursula Gitto. L’Ekipe Orizzonte, invece, gioca una gara accorta, mettendo in mostra alcune buone individualità. Finisce 10-10 al termine di una partita combattuta ma corretta in acqua. In classifica le due squadre subiscono in testa il sorpasso della Sis Roma ma nelle prossime partite potranno ancora confermarsi ad alti livelli. Le messinesi rafforzano le ottime percentuali di realizzazione con l’uomo in più.

La Waterpolo Despar Messina parte forte e con Chiappini in superiorità e con Kuzina da fuori va sul doppio vantaggio. Un rigore dell’ex Garibotti tiene a galla l’Ekipe Orizzonte che ad inizio del secondo tempo trova il 2-2 con Eggens. Peloritane di nuovo avanti con il cinque metri di Kuzina ma la reazione delle etnee è veemente con le reti del pari e del sorpasso di Palmieri ed Eggens. Rosaria Aiello riporta avanti le padrone di casa, Marletta pareggia ancora ma il finale di frazione è tutto giallorosso, con Aiello che segna con l’uomo in più e con il capitano Bosurgi che a tre secondi dalla conclusione infila Jovetic dalla distanza. Il minimo vantaggio resiste poco perché dopo l’intervallo lungo Grillo sfrutta la superiorità. Poi si va di gol in gol con Radicchi, Palmieri, Gitto e Garibotti su rigore. A spezzare l’altalena è la canadese Eggens. Nell’ultimo quarto, la Waterpolo Despar Messina trova il pareggio con Chiappini.

Le peloritane si producono nel massimo sforzo con un pressing che non lascia respirare le etnee, visibilmente in affanno. Il capitano Bosurgi concretizza l’ennesima azione in superiorità a due minuti dalla fine. Sembra fatta ma dopo un palo dì Eggens, le catanesi pareggiano, a sessanta secondi dalla sirena, con Palmieri che dal centro batte Ventriglia. Le peloritane tentano l’assalto finale ma non trovano il guizzo vincente anche per un pizzico di sfortuna che accompagna l’ultima conclusione di Gitto che si stampa sulla traversa.

Positivo il giudizio sul match l’allenatore della Waterpolo Despar Messina, Maurizio Mirarchi: “ Chi è venuto alla piscina Cappuccini non si è di certo annoiato. E’ stata una partita vibrante, sono soddisfatto della prestazione che abbiamo offerto contro un avversario di valore. Dobbiamo proseguire su questa strada e confermare i livelli di crescita del gioco e dell’attenzione in vasca”.

TABELLINO- Wp Despar Messina-Ekipe Orizzonte Ct 10-10( 2-1,4-4,2-4,2-1)

Wp Despar Messina: Ventriglia, Begin, Gitto 1, Chiappini 2, Morvillo, Radicchi 1, Kuzina 2 (1 rig.), Lopes, Marchetti, Aiello R. 2, Arruzzoli, Bosurgi 2, Laganà. All. Mirarchi.

L'Ekipe Orizzonte: Jovetic, Santapaola, Garibotti 2 rig., Eggens 3, Di Mario, Grillo 1, Palmieri 3, Marletta 1, Buccheri, Aiello, Riccioli, Lombardo, Schillaci. All. Miceli.

Arbitri: Riccitelli e Severo. Sup. num.: Messina 5/7 + 1 rig., Orizzonte 1/5 + 2 rig.

Risultati Terza Giornata Padova- Bologna 19-1, Bogliasco- Milano 7-7, Sis Roma- Rapallo 8-6, Pescara- Cosenza 12-16.

Classifica: Sis Roma 9, Wp Despar Messina, Bogliasco, Ekipe Orizzonte 7, Padova 6, Milano 4, Cosenza 3, Pescara, Rapallo, Bologna 0.

Prossimo turno (5/11/2016): Milano-Padova, Ekipe Orizzonte- Sis Roma,

Cosenza-Bogliasco, Rapallo-Pescara.

 

Primo scontro d’alta classifica per la Waterpolo Despar Messina che, domani alle 15.00, diretta streaming su Sportube, arbitri Riccitelli e Severo, ospita l’Ekipe Orizzonte Catania a punteggio pieno dopo due turni proprio come le peloritane. Il derby siciliano mette in palio punti pesanti per la graduatoria ma anche la, momentanea, leadership regionale. Gara che si preannuncia combattuta e ricca di contenuti anche per la presenza di molte ex in vasca e per la sfida, a suon di gol, tra la canadese Eggens e la brasiliana Chiappini, le due migliori realizzatrici della A/1 femminile, rispettivamente con 10 e 9 reti. Nessun problema di formazione per la Waterpolo Despar Messina che potrà contare su Aiello, Radicchi e Chiappini, le tre giocatrici convocate in nazionale dal Ct Fabio Conti per un collegiale ad Ostia.

Così alla vigilia del match l’allenatore della Waterpolo Despar Messina, Maurizio Mirarchi: “ Come le altre squadre, l’Ekipe Orizzonte si è rinforzata in un campionato livellato verso l’alto. Noi affrontiamo questa partita come facciamo di solito, e cioè, sempre col massimo impegno. La squadra sta crescendo ed il gruppo sta lavorando bene. Stiamo perfezionando i nostri schemi, portando avanti il nostro programma”.

Terza Giornata Padova- Bologna, Bogliasco- Milano, Sis Roma- Rapallo, Pescara- Cosenza.

Classifica: Wp Despar Messina, Bogliasco, Ekipe Orizzonte e Sis Roma 6, Padova e Milano 3, Pescara, Cosenza, Rapallo, Bologna 0.

Prossimo turno (5/11/2016): Milano-Padova, Ekipe Orizzonte- Sis Roma, Cosenza-Bogliasco, Rapallo-Pescara.

 

La Waterpolo Despar Messina centra il bis superando, brillantemente, la temuta trasferta di Rapallo. La squadra peloritana dà un seguito al successo d’esordio con il Cosenza imponendosi in Liguria per 14-10 al termine di una gara equilibrata per quasi tre tempi. Nell’ultimo parziale lo “strappo” finale delle giallorosse, spinte dall’incontenibile Izabella Chappini, autrice di sette reti, la metà del bottino complessivo portato a casa dalla Waterpolo Despar Messina. Per la brasiliana il modo migliore per festeggiare la convocazione per il collegiale della nazionale italiana, di cui, probabilmente, farà parte dal prossimo anno. La società del presidente Felice Genovese ha più motivi per rallegrarsi, in primis per il vertice della classifica, seppur in condominio. E sabato prossimo alla piscina Cappuccini c’è l’atteso derby con l’Ekipe Orizzonte, altra capolista del torneo. Ovviamente soddisfatto l’allenatore della Waterpolo Despar Messina, Maurizio Mirarchi: “ E’ stata una gara confusa, sapevamo delle difficoltà che avremmo incontrato a Rapallo. A parte l’inizio, siamo stati sempre davanti e tra la fine del terzo e l’inizio del quarto tempo abbiamo dato l’accelerata giusta. Le ragazze sono state brave a fornire una prova di carattere contro un avversario ostico”. Tre atlete della Waterpolo Despar Messina sono state convocate per un collegiale ad Ostia dal Ct della nazionale italiana Fabio Conti. Si tratta di Rosaria Aiello e Federica Radicchi, medaglie d’argento alle ultime olimpiadi di Rio. Aggregata, come detto, anche Izabella Chiappini che, in futuro, potrebbe diventare un punto fermo del team azzurro. Torneranno in sede a metà della prossima settimana.

TABELLINO- Rapallo-Wp Despar Messina 10-14 (4-5,3-2,3-4,0-3)

Rapallo: Lavi, Zanetta 1, Gragnolati 1,Avegno 2,Alvarez 1, Repetto, Kohli 1,Criscuolo S. 2,Mori, Criscuolo C. 1, Cotti 1, Tedesco. All. Antonucci.

Wp Despar Messina: Ventriglia, Begin, Gitto 1, Chiappini 7, Morvillo, Radicchi 1, Kuzina 2, Aiello 2, Bosurgi 1, Laganà. All. Mirarchi

Arbitri Colombo e Ruscica. Sup. Num Rapallo 3/10, Messina 4/10 + 1 rigore.

Seconda giornata A/1 Femminile: Padova- Bogliasco 7-8, Bologna- Ekipe Orizzonte 5-17, Cosenza- Sis Roma 5-8, Milano- Pescara 5-4.

Classifica:, Wp Despar Messina, Bogliasco, Ekipe Orizzonte e Sis Roma 6, Padova e Milano 3, Pescara, Cosenza, Rapallo, Bologna 0.

Prossimo turno (29/10/2016) Wp Despar Messina- Ekipe Orizzonte, Padova- Bologna, Bogliasco- Milano, Sis Roma- Rapallo, Pescara- Cosenza.

 

Dopo l’ottimo debutto contro il Cosenza, la Waterpolo Despar Messina cerca conferme nella difficile trasferta di Rapallo. Oggi alle 14.00, arbitri Colombo e Ruscica, la squadra peloritana cercherà di bissare il successo ottenuto contro le silane. Rispetto alla gara d’esordio il tecnico Maurizio Mirarchi potrà contare su Caitlin Lopes Da Silva, guarita dal problema che le aveva impedito di giocare la partita con le calabresi. Un recupero importante che garantirà una rotazione in più in un match che si preannuncia equilibrato perché, nonostante la netta battuta d’arresto delle liguri a Catania nella prima giornata, il Rapallo rimane una delle formazioni migliori del torneo. La conferma arriva anche dalle parole dell’allenatore peloritano: “ Sarà una gara non semplice, Rapallo è una buona squadra, se vogliamo anche più forte rispetto alla scorsa stagione. Per vincere servirà, quindi, una grande prestazione. Ci siamo preparati bene, con un’altra settimana intensa di lavoro, e spero che le ragazze confermino quanto messo in acqua contro il Cosenza, cioè concentrazione, aggressività e precisione”.

Dopo il match in Liguria, tre atlete della Waterpolo Despar Messina risponderanno alla chiamata del Ct della nazionale italiana Fabio Conti che le ha convocate per un collegiale. Si tratta di Rosaria Aiello e Federica Radicchi, medaglie d’argento alle ultime olimpiadi di Rio. Aggregata anche Izabella Chiappini che, in futuro, potrebbe diventare un punto fermo del team azzurro.

Seconda giornata A/1 Femminile: Padova- Bogliasco, Bologna- Ekipe Orizzonte,

Cosenza- Sis Roma, Milano- Pescara.

Classifica: Padova, Wp Despar Messina, Bogliasco, Ekipe Orizzonte e Sis Roma 3, Pescara, Cosenza, Rapallo, Bologna e Milano 0.

Prossimo turno (29/10/2016) Wp Despar Messina- Ekipe Orizzonte, Padova- Bologna, Bogliasco- Milano, Sis Roma- Rapallo, Pescara- Cosenza.

 

Determinata, vincente e convincente. La Waterpolo Despar Messina bagna il debutto nel massimo campionato femminile con una bella vittoria, frutto del grande lavoro settimanale. Le peloritane superano il Cosenza per 12-7, bissando il successo ottenuto sette giorni prima nella Coppa UnipolSai. Ma se nella precedente occasione, l’affermazione era stata faticosa, questa volta la squadra di Maurizio Mirarchi ha, letteralmente, spazzato via il forte avversario, portando a casa tre punti meritatissimi. Tutte promosse le atlete impiegate, con menzione speciale per le due straniere disponibili ( Kuzina e Chiappini) e per il portiere Ventriglia che ha riscattato l’inizio incerto di stagione. A spingere le messinesi alla vittoria hanno contribuito anche le giocatrici della “vecchia guardia” come il capitano Silvia Bosurgi.

La Waterpolo Despar Messina rinuncia a Lopes Da Silva, fermata da una bronchite mentre il Cosenza recupera Silvia Motta e Pomeri, tornate in settimana dalla tournee in Giappone. L’inizio delle peloritane è travolgente. In meno di un minuto, le giallorosse vanno in vantaggio di due reti con un rigore di Chiappini e un gol di Bosurgi in controfuga. Poi ancora Chiappini. Citino accorcia, nuovo allungo siciliano con Kuzina ma Niu Guannan, in superiorità, contiene lo svantaggio delle silane. Il pressing delle padrone di casa mette in difficoltà la formazione di Capanna che nella seconda frazione incassa la doppietta di Kuzina e la rete di Bosurgi. Anche dopo l’intervallo lungo, l’inerzia della partita è messinese. La Waterpolo Despar segna ancora con l’ottima Kuzina e Radicchi, portando il vantaggio sul + 7. Il Cosenza non segna per 14 lunghissimi minuti, poi cala un tris con Silvia Motta e Pomeri che la mette due volte, anche con un pizzico di fortuna. La gara, però, appare segnata e le peloritane la mettono in ghiaccio nell’ultimo parziale con Gitto, Bosurgi e Aiello. La Waterpolo Despar Messina cancella, così, qualche dubbio della vigilia, traendo forza da questa prestazione. Sabato prossimo la verifica a Rapallo.

Soddisfatto il coach Maurizio Mirarchi: “Sono contento della prova delle ragazze che oggi si sono applicate al massimo. L’inizio non era dei più semplici perché affrontavano un avversario ostico che abbiamo domato con spirito e abnegazione, facendo una gara di grande attenzione in fase difensiva, così come piace a me. Siamo stati sotto statistica nell’uomo in più, ma è un aspetto ampiamente migliorabile”.

TABELLINO- WP DESPAR MESSINA- COSENZA 12-7 (4-2, 3-0, 2-3, 3-2)

Despar Messina: Ventriglia, Begin, Gitto 1, Chiappini 2, Morvillo, Radicchi 1, Kuzina 4, Lopes, Marchetti, R. Aiello 1, Arruzzoli, Bosurgi 3, Laganà. All. Mirarchi.

Città di Cosenza: Sotireli, Citino 1, Di Claudio, De Mari, S. Motta 2, Niu Guannan 1, D’Amico, Nicolai, Pomeri 2, Presta 1, R. Motta, Garritano, Manna. All. Capanna.

Arbitri: Lo Dico e Taccini. Sup. num.: Messina 2/8 + un rigore, Cosenza 4/11.

Note: Uscite per limite di falli De Mari (C) nel terzo e Radicchi (M) nel quarto tempo.

Risultati prima giornata A/1 Femminile: Ekipe Orizzonte-Rapallo 16-9, Pescara-Padova 4-17, Bogliasco-Bologna 13-5 e Sis Roma-Milano 11-8.

Classifica: Padova, Wp Despar Messina, Bogliasco, Ekipe Orizzonte e Sis Roma 3, Pescara, Cosenza, Rapallo, Bologna e Milano 0.

Prossimo turno (22/10/2016): Rapallo-Wp Despar Messina, Padova-Bogliasco, Bologna-Ekipe Orizzonte, Cosenza-Sis Roma, Milano-Pescara.

 

Vi informiamo che utilizziamo dei cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione. Maggiori informazioni sono sulla pagina privacy.Grazie To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information