Ha cercato di uccidere la figlia di tre anni somministrandole psicofarmaci durante un ricovero all'ospedale Bambino Gesù di Roma. La donna, una trentenne di Napoli, è stata arrestata dai carabinieri per tentato omicidio. Secondo le indagini, la madre metteva benzodiazepine nel biberon della piccola. In seguito all'assunzione di quei farmaci, la bambina aveva avuto due arresti cardiorespiratori.

Il sindaco di Roma Virginia Raggi ha chiesto agli uffici del Campidoglio di annullare in autotutela l'affidamento dell'incarico di direttore del dipartimento turismo a Renato Marra, il fratello di Raffaele Marra. La sua nomina era stata sotto i riflettori dell'Anac, secondo cui era "configurabile il conflitto di interessi". Anche la Procura indaga su alcune nomine nell'amministrazione Raggi, tra cui quella di Raffaele Marra.

I carabinieri hanno arrestato un uomo di 33 anni che ha lasciato il figlio di tre chiuso in auto, al gelo della notte, per andare a giocare in una sala slot. E' accaduto a Ostia (Roma). L'uomo, residente nella Capitale e originario di Vibo Valentia, è stato rintracciato intorno alle 4. A dare l'allarme è stato il piccolo stesso, attirando l'attenzione di una pattuglia in transito. Soccorso dal 118, il bimbo sta bene ed è stato affidato alla madre

E' morto il 50enne originario di Alatri (Frosinone) ricoverato per meningite al policlinico Umberto I di Roma il 31 dicembre. L'uomo era affetto da meningite da pneumococco, una forma non contagiosa, ed era stato trasferito d'urgenza dall'ospedale di Alatri: da diversi giorni aveva infatti febbre molto alta.

Il portiere di un albergo di Roma è stato fermato per violenza sessuale ai danni una turista svedese di 30 anni. L'uomo, 36, egiziano, è stato inquadrato dalle telecamere di sorveglianza dell'hotel mentre usciva semisvestito dalla stanza della donna. A segnalare l'episodio è stata una coppia di turisti, che si sono rivolti a una pattuglia di vigili urbani non lontano dall'albergo. Al momento dell'episodio la ragazza era nella sua stanza con un'amica. Il gruppo di cui faceva parte la ragazza stava trascorrendo alcuni giorni di vacanza nella Capitale. La giovane era appena rientrata in camera dopo i festeggiamenti quando è avvenuto l'episodio. Gli agenti, subito intervenuti, hanno in un primo momento ascoltato la donna e poi acquisito importanti elementi di indagine, tra i quali le immagini delle telecamere di sorveglianza.

"Sono certa che nel 2017 faremo grandi cose, vi chiedo di aiutarci a raccontarle. Roma ha bisogno di qualcuno che faccia le cose e di qualcuno che le racconti". E' quanto ha dichiarato il sindaco della Capitale, Virginia Raggi, rispondendo ai giornalisti durante il brindisi di fine anno in Campidoglio. "Non chiediamo la luna, chiediamo il tempo che è stato dato alle altre amministrazioni", ha aggiunto.

Fioriere antisfondamento e controlli di polizia con il metal detector proteggeranno i ponti di Roma durante le manifestazioni per il nuovo anno. Sono alcune delle misure previste dal piano di sicurezza realizzato in seguito all'ultima riunione del comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica dopo la strage di Berlino. A vigilare ci saranno oltre mille uomini delle forze dell'ordine. Sorveglianza al top per Colosseo e Circo Massimo.

Sono state trovate morte madre e figlia disperse nel crollo di una palazzina ad Acilia, nel quadrante sud di Roma. I corpi sono stati individuati dopo ore di ricerche tra le macerie da parte dei vigili del fuoco.

Diventa un vero e proprio caso la vicenda dei "botti" di Capodanno a Roma. Il Tar del Lazio ha sospeso con un decreto cautelare urgente l'ordinanza del sindaco, Virginia Raggi, che disponeva "il divieto assoluto di usare petardi, botti, razzi e artifici pirotecnici" tra il 29 dicembre e il 1° gennaio. La decisione è stata presa dopo il ricorso presentato dall'Anisp (Associazione nazionale imprese spettacoli pirotecnici). L'ordinanza firmata dalla Raggi impediva inoltre di "usare materiale esplodente anche 'declassificato' a meno di 200 metri dai centri abitati, dalle persone e dagli animali". Il provvedimento prevedeva anche sanzioni tra i 25 e i 500 euro per l'inosservanza degli obblighi e dei divieti disposti dal provvedimento, oltre che il sequestro amministrativo.

Una palazzina a due piani di Acilia, alla periferia di Roma, è crollata dopo una violenta esplosione. Si scava per cercare eventuali persone coinvolte. Sul posto vigili del fuoco, polizia municipale, polizia e carabinieri. La deflagrazione, avvenuta poco dopo le 14, potrebbe essere dovuta a una fuga di gas. Un uomo e una donna anziana sono stati estratti vivi dalle macerie. Quattro i dispersi, tra cui una donna e la sua bimba di due anni.

Vi informiamo che utilizziamo dei cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione. Maggiori informazioni sono sulla pagina privacy.Grazie To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information