Sorpreso dai poliziotti a spacciare sul viale Annunziata a Messina, arrestato 36enne


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Sep 25,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

E’ stato sorpreso a spacciare marijuana a pochi passi dal viale Annunziata. I poliziotti hanno bloccato e arrestato in flagranza Maurizio Pastena, 36 anni, messinese. Detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti il reato contestato. E’ successo ieri pomeriggio, intorno alle 19.00.

La successiva perquisizione personale e domiciliare ha permesso il rinvenimento di altre 15 dosi della stessa sostanza identica a quella ceduta poco prima per un totale di circa 28 grammi. Erano custodite dentro una calza poggiata sul tavolo del salone di casa.

Rinvenuto anche un bilancino di precisione con residui di droga e carta stagnola per il confezionamento delle singole dosi. Trovata la somma di 100 euro, verosimilmente provento dell’attività di spaccio e pertanto sequestrata.

L’uomo, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sarà giudicato oggi con rito direttissimo.

 

Venditore ambulante di frutta e verdura gambizzato al mercato rionale di Giostra


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Sep 25,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

A Messina si continua a sparare. Quello di oggi è il secondo commerciante di frutta e verdura colpito a fuoco nel giro di due giorni. Lo scorso mercoledì, un commerciante 40enne, incensurato, è stato attinto agli arti inferiori da alcuni colpi di pistola in via Marco Polo a Minissale. L'uomo, in base alla ricostruzione degli inquirenti, sarebbe rimasto vittima di una rapina andata a vuoto ed ha fatto scatenare la reazione dei malviventi che gli hanno sparato un colpo di pistola.

Oggi un altro commerciante di frutta e verdura di 28 anni, Angelo Arrigo, già noto alle forze dell'ordine, è stato ferito al mercato che si tiene ogni 15 giorni nel rione Giostra a Messina. L'uomo è stato colpito alle gambe da due colpi di fucile e si è accasciato per terra. Dalla ricostruzione dei fatti effettuata dalle forze dell'ordine, sembra che due individui a bordo di uno scooter si sono avvicinati al giovane, uno è sceso ha estratto il fucile ed ha sparato alle gambe. Alcuni testimoni, che hanno assistito alle scena, hanno dato l'allarme allertando un'ambulanza del 118 che è accorsa per le prime cure del caso.

I sanitari lo hanno trasportato in ospedale e sul posto si sono recati carabinieri e polizia, che hanno effettuato i rilievi tecnici e ascoltato alcuni testimoni, per risalire all'identità dell'autore degli spari. Nelle prossime ore anche la vittima sarà ascoltata dalle forze dell'ordine.

Servizi antidroga. Pusher arrestato in flagranza dalla Polizia


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Sep 25,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

Servizi specifici volti al contrasto del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti hanno portato nella serata di ieri all’arresto in flagranza di reato del 46enne messinese Domenico Maiuri, già noto agli uffici di Polizia. Gli agenti della Squadra Mobile hanno fermato l’uomo in una via del centro, e a seguito di perquisizione personale è stato trovato in possesso di 9 involucri contenenti hashish, di 11 involucri contenenti marijuana e della somma di denaro pari a 1.400 euro ritenuta provento di attività illecita.

La successiva perquisizione presso l’abitazione del quarantaseienne ha permesso agli investigatori della Squadra Mobile di rinvenire e sequestrare un borsone contenente 6 panetti di hashish, altri 9 panetti della stessa sostanza è stata rinvenuta all’interno di un armadio dell’ingresso, in un mobile della cucina sono stati rinvenuti 5 sacchetti in cellophane contenenti marijuana, per un peso complessivo di oltre 1 Kg di marijuana e 7 Kg di hashish. Inoltre, sono stati sequestrati una bilancia, un bilancino, un coltello utilizzato per il confezionamento della droga ed ancora la somma di denaro pari ad € 500,00.

Il quarantaseienne è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e, su diposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica Roberto Conte, è stato associato presso la casa circondariale di Messina Gazzi.

Domenico Maiuri

 

Evade dagli arresti domiciliari, arrestato dai poliziotti di Barcellona P.G.


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Sep 25,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

E’ stato arrestato in flagranza di reato dai poliziotti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Barcellona Pozzo di Gotto. Evasione dalla detenzione domiciliare il reato contestato. Mario Calabrò, 54 anni, di Barcellona P.G., è stato sorpreso fuori dalla propria abitazione dove avrebbe dovuto scontare la condanna ad anni due e mesi otto di reclusione.

L’uomo si trovava ristretto per il reato di furto aggravato ai danni di un Istituto Scolastico di Letojanni dove lavorava e dove si appropriò illecitamente di notebook e altro materiale per un valore di circa 22.000 euro.

Zone ad alto rischio criminalità. Controlli a tappeto della Polizia di Stato a Messina


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Sep 25,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

Proseguono ormai da giorni controlli straordinari della Polizia di Stato che vanno ad incrementare la regolare attività di controllo del territorio in quartieri a più alta densità criminale della città. Oltre le attività investigative della Squadra Mobile, che hanno già portato all’arresto del presunto responsabile dell’omicidio di Giuseppe De Francesco e che continuano a far luce sui fatti successivi alle esequie del giovane, i poliziotti delle Volanti, della Squadra Mobile e del Reparto Prevenzione Crimine di Catania pattugliano arterie stradali principali e strade secondarie.

Implementati i controlli a persone sottoposte a sorveglianza speciale e agli arresti domiciliari. Effettuate perquisizioni personali, domiciliari e su autoveicoli. Capillari le verifiche su auto e motocicli e su qualsiasi altro mezzo nel rispetto delle più comuni norme della circolazione stradale. Decine i posti di controllo, 400 le persone identificate, 181 i veicoli controllati, una cinquantina le contravvenzioni elevate, 27 le carte di circolazione e patenti ritirate, 13 i veicoli sottoposti a fermo amministrativo. Tra le violazioni rilevate in numero maggiore, diversi i casi di autoveicoli privi di copertura assicurativa, mancata revisione, patente scaduta o diversa da quella richiesta, mancanza del prescritto casco alla guida di motociclo. Sono 16 le perquisizioni domiciliari effettuate.

Denunciato per ricettazione un ventenne messinese, fermato alla guida di un motociclo di probabile provenienza furtiva. Un attento esame del motociclo ha permesso ai poliziotti di rilevare che i caratteri alfanumerici impressi sul telaio non erano punzonati in maniera lineare. Anche la livrea esterna era stata sostituita con quella di un modello successivo.

La presenza della Polizia di Stato ha interessato anche vari esercizi pubblici presenti sul territorio presso i quali specifici controlli sono stati effettuati con l’ausilio di personale specializzato in servizio presso la Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale. Ammonta a 60.000 euro la somma dei verbali emessi a carico dei proprietari di esercizi commerciali all’interno dei quali gli agenti hanno sequestrato tre apparecchi da intrattenimento di genere elettronico sprovvisti di nulla osta e di messa in esercizio e di distribuzione, non collegati alla rete statale di raccolta del gioco e idonei a consentire l’esercizio del gioco con vincita.

 

Rapina alla gioielleria Lo Presti di via Dei Mille, ingente il bottino


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Sep 25,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

Ennesima rapina ai danni di un esercizio commerciale di Messina. Stavolta a farne le spese la gioielleria Lo Presti di via dei Mille. Ancora da quantificare il bottino, ma il danno sembra davvero ingente, sulla vicenda indaga la Squadra Mobile della Polizia di Stato.

La rapina è stata consumata ieri intorno alle ore 19. Due malviventi con il volto travisato, approfittando dell'apertura della porta durante l'ingresso di due clienti, hanno fatto irruzione all'interno della gioielleria, hanno puntato una pistola nei confronti del proprietario e gli hanno intimato di consegnargli denaro e gioielli. Dopo aver arraffato il bottino, si sono dati alla fuga facendo perdere le proprie tracce. Durante la fasi della rapina, una cliente che si trovava all'interno dell'esercizio commerciale ha accusato un malore.

Il proprietario della gioielleria, dopo la fuga dei banditi, ha immediatamente lanciato l'allarme e sul posto sono giunti gli agenti della Polizia di Stato che hanno effettuato i rilievi tecnici ed hanno ascoltato vari testimoni per raccogliere elementi utili che possono essere importanti per risalire agli autori della rapina. Estrapolate anche le immagini di videosorveglianza dell'esercizio commerciale e di altre telecamere della zona, che spesso si sono rivelate fondamentali durante lo svolgimento delle indagini.

Sbarco del 13 aprile a Messina, Polizia di Stato e Guardia di Finanza arrestano uno scafista somalo


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Sep 25,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

Nella mattinata dello scorso 13 aprile, intorno alle ore 13.30, ha ormeggiato al porto di Messina la nave della Guardia di Finanza "Monte Cimone", con a bordo 237 cittadini extracomunitari di diversa nazionalità, recuperati in precedenza nel Canale di Sicilia dal pattugliatore "Dattilo" della Guardia Costiera. I migranti furono soccorsi in mare in due distinti eventi, il primo dei quali riguardava un gommone intercettato in acque internazionali con 105 migranti a bordo, tra cui 27 minori, tutti di nazionalità subsahariana.

La Guardia di Finanza intervenuta individuò il possibile scafista del natante, di nazionalità somala e di età dichiarata di circa diciotto anni. L’individuazione venne confermata grazie alla successiva attività investigativa congiunta scrupolosamente svolta dalla Guardia di Finanza unitamente alla sezione specializzata della Polizia di Stato, sotto la Direzione della Procura della Repubblica di Messina.

Dopo avere ascoltato diversi testimoni sono emerse precise responsabilità di Alì Mohammed, nella conduzione del natante e nella chiamata dei soccorsi. L'uomo è stato sottoposto a fermo di Polizia giudiziaria, successivamente convalidato il 16 aprile.

Dalle attività investigative svolte, ancora in corso, si è delineato un quadro preciso in ordine all’organizzazione dell’illecito traffico di esseri umani: i migranti sentiti hanno narrato infatti di essere stati sottoposti a gravi e ripetute violenze e minacce, anche con uso di armi, al momento in cui venivano condotti dai trafficanti presso i luoghi di imbarco in Libia e fatti salire sui natanti e qualcuno di loro sarebbe anche stato ucciso. Su tali fatti sono ancora in corso accertamenti finalizzati ad individuare eventuali complici dell’organizzazione in territorio nazionale.

 

 

 

Botte da orbi tra donne, la Polizia ne denuncia tre per rissa


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Sep 25,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

Tre donne di 26, 25 e 22 anni le protagoniste di una rissa ieri, alle 15.30 circa, in via Dino e Clarenza, a due passi dalla chiesa di Montalto. Presenti anche altre donne alla lite degenerata tra le tre per futili motivi.

I poliziotti delle Volanti, allertati dalla Sala Operativa, sono intervenuti costatando che calci e pugni erano volati tra le tre col risultato di zigomi gonfi, labbra sanguinanti, escoriazioni e contusioni varie. Intervenuto anche personale del 118 che provvedeva alle prime cure del caso.

Sono state tutte denunciate all’Autorità Giudiziaria per il reato di rissa.

 

Nascondeva in cantina un fucile a canne mozze, arrestato 42enne messinese


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Sep 25,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

A insospettire gli investigatori è stata la grata in ferro e la porta blindata poste all’ingresso della cantina di proprietà dell’abitazione di famiglia dell'uomo. Una volta all’interno, i dubbi dei poliziotti si sono concretizzati: hanno trovato, nascosto dietro un mobile, un fucile a canne mozze dal quale erano stati abrasi sia il numero di matricola che il numero di serie della canna, ed uno scatolo contenente 36 proiettili calibro 12.

Stamane il 42enne Massimo Fazio, già noto alle forze dell'ordine, è stato arrestato dai poliziotti della Squadra Mobile di Messina, che hanno dato esecuzione all’Ordinanza di applicazione di Custodia Cautelare in Carcere. Il provvedimento, emesso dal G.I.P presso il Tribunale di Messina Daniela Urbani, scaturisce da indagini condotte dagli stessi uomini della Squadra Mobile che 10 giorni fa, hanno rinvenuto e sequestrato a carico dell’indagato un fucile a canne mozze.

Fiera Storica S. Agata di Militello, 4 giovani arrestati per droga


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Sep 25,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

Sono stati sorpresi dai poliziotti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di S.Agata Militello, impegnati nei servizi di controllo diretti a verificare la regolarità della vendita del bestiame durante la fiera storica, evento miliare nel calendario della cittadina. Ottantuno dosi già pronte ad essere smerciate, ciascuna nel proprio involucro, per un totale di circa 80 grammi di hashish. E’ quanto i poliziotti hanno sequestrato nel piazzale Peppino Impastato, lato mare, proprio vicino le giostre, a carico di quattro giovani, di cui due minorenni.

I maggiorenni sono Rashel Miah, 19 anni, originario del Bangladesh e Khadim Fall, 18 anni, nato a Mistretta e residente a Palermo. I minorenni hanno 17 anni e sono entrambi originari di Mistretta. Sono tutti considerati responsabili del reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. Sequestrato anche un coltellino, probabilmente utilizzato per il taglio della droga, e i primi proventi della vendita, circa 140 euro.

I due maggiorenni sono stati arrestati e trattenuti presso la camera di sicurezza del locale Commissariato, in attesa del rito direttissimo, come disposto dal P.M. di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Patti, che si è svolto sabato 16, con arresto convalidato ed obbligo di dimora per entrambi nel paese di residenza.

I minori, anch’essi tratti in arresto, sono stati trasferiti presso il CPA di Catania, come disposto dal P.M. di turno presso il Tribunale dei Minori di Messina, in attesa dell’udienza di convalida.

 

Vi informiamo che utilizziamo dei cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione. Maggiori informazioni sono sulla pagina privacy.Grazie To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information